BONITO IN FUGA DA BELLARIA

Comunicato stampa del MoVimento 5 Stelle

Il Comune di Bellaria Igea Marina è da tempo allo sbando. Solo l’intervento del Movimento 5 Stelle pare porre un freno alle incomprensibili, assurde scelte, fatte da una giunta che non perde occasione per dimostrarsi priva di buon senso.

A peggiorare ulteriormente le cose, a pochi mesi dal voto, il fatto che il dirigente Bonito andrà a tempo pieno al comune di Riccione.

Ripetiamo che l’amministrazione è già nel pallone, gli assessori stanno da tempo sbagliando la direzione; vanno contro ai cittadini anziché ascoltare, comprendere, aiutare. In collaborazione col Sindaco ne stanno facendo di tutte per mettere in difficoltà la cittadinanza.

Un esempio può essere la gestione dei divieti e della viabilità, uno su tutti in Via Albertazzi, nella quale il comune è riuscito a inimicarsi decine e decine di cittadini. Ma non mancano altre situazioni di disagio provocate da scelte sbagliate nella gestione della segnaletica e della viabilità.

Le aree di ricarica per auto elettriche, riservate e accessibili adeguatamente, solo da poco, dopo la denuncia in Consiglio Comunale del Movimento 5 Stelle, possono finalmente essere usate: un altro esempio di piccoli passi di civiltà, prima ignorati.

Il fatto che Bonito lasci la struttura comunale è un segnale di “abbandonare la nave prima che affondi”; un rompere le file per la paura di perdere le prossime amministrative, che ha comunque portato, probabilmente, a garantire l’ormeggio del fedele dirigente in un porto amico come Riccione, con cui i rapporti (tra Ceccarelli e la Tosi entrambi di CDX ) sono sempre stati buoni.

E pensare che quando chiedemmo il perché ci fosse in atto una fuga in massa dei dipendenti dal comune, la risposta fu: “tutto a posto”. Oggi ci fa sorridere; vedere che persino il dirigente se ne va, la dice lunga.

Ora resta da capire se Bonito garantirà la copertura a Bellaria I.M. sino all’ingresso della nuova Amministrazione, o se il Comune verrà lasciato a se stesso, in balìa di amministratori inadeguati e incapaci di gestire la città.

Vogliamo poi dire la nostra, come M5Stelle, sulla questione ferrovia. Sia il centro destra, che il PD, si sperticano nel proporre progetti faraonici: spostamento della ferrovia a monte per dirne una; guarda caso, sempre a pochi mesi dal voto, fatto salvo il silenzio per 5 anni.

Noi vorremmo invece restare sul pezzo. È vergognoso che in stazione non vi siano servizi igienici, basterebbe ristrutturare quelli presenti e offrirli, come in tutte le stazioni d’Italia, a pagamento.

Il servizio sarebbe così tutelato da sbandati e si pagherebbe da solo come dimostrato dalle realtà esistenti.

Basta parlare di assurdità: spostare la ferrovia sarebbe come parlare di spostare la stazione centrale di Bologna in periferia; immaginate i disagi che creerebbe?

Per chiudere, ricordiamo al Sindaco, alla giunta e al dirigente in fuga, di chiedere scusa agli operatori di spiaggia. Da anni lavorano nella precarietà e nell’incertezza. A oggi non sappiamo cosa ci aspetta per la stagione 2019; non vorremmo che si continuasse nel limbo degli ultimi anni, in cui solo all’ultimo istante si consentiva agli operatori di lavorare. Quasi un ricatto politico che impedisce investimenti sostanziosi nelle nostre spiagge, che hanno un grande potenziale, a tutt’oggi inespresso, per colpa di scelte politiche sbagliate.

Vogliamo ricordare, per chiudere, che Domenica 4 Novembre, alle ore 20,00, presso il ristorante PIC-NIC, si svolgerà la pizzata di autofinanziamento del M5Stelle di Bellaria Igea Marina, a cui invitiamo simpatizzanti e cittadini.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci