Un bel tacer non fu mai scritto

Queste le parole della signora Frida Vasini, scritte su un gruppo di facebook.

10177502_10202521958029357_4660179278716953593_n«Frida Vasini FATE ATTENZIONE!!! Stasera ho cercato di far pubblicare su Belligea un articoletto di accompagnamento a questo https://www.facebook.com/groups/43511098021/permalink/10152201795228022/ Nell’articolo scrivevo che avevo trovato le repliche a quanto detto sulla scultura rimossa, debolissime e apparentemente utili solo alla campagna elettorale. Inoltre avevo chiesto esplicitamente se i Sig. Scardovi, Mosconi, Morelli e Bartolucci, quando l’ala davanti alla biblioteca era stata rimossa dall’ amministrazione precedente, abitavano già a Bellaria. Molto poco se guardate come costoro si erano accaniti per cercare di ribattere al mio intervento (addirittura intervistando lo scultore, con mobilitazione dell’assessore regionale Mezzetti, che adesso dovrà lavorare il doppio!). Ebbene questa è la risposta di Bartolucci la cui validità potete verificare voi stessi: “Buonasera, non è possibile pubblicare il suo post, in quanto contiene pubblicità , cosa che io non ammetto! inoltre visto che lei si domanda dove erano quei signori me compreso! le potrei ribattere dove era lei…….in quanto ai debolissimi argomenti, è il suo parere non un dogma assoluto.” Fate le vostre considerazioni. Mi piace · · Condividi Piace a 8 persone. Mary Vasini La censura è avvilente. Ma quale tipo di pubblicità avresti fatto? Comunque arriva anche il 25, ma non di aprile….di maggio!»

La signora Vasini, evidentemente non conosce le regole della netiquette del web, e nemmeno le regole di Facebook e, per finire, le norme del codice civile.

Il post che la Vasini voleva pubblicare, conteneva una foto che riportava al gruppo de “Il Nuovo”, ora per un gentlemen agreement con il direttore de” il Nuovo”, eravamo d’accordo di non linkare nulla che richiamasse un altro gruppo di facebook: prima scorrettezza!

Ma al di là di questo, Facebook vieta nella maniera più assoluta qualsiasi forma pubblicità:  seconda scorrettezza!

Ma, cosa ben più grave, quanto scritto dalla Vasini, lascia intendere che io avrei mobilitato l’assessore Mezzetti, cosa assolutamente non rispondente a verità. Dunque con questo articoletto (come da lei stessa definito), la Vasini cerca di attaccare le mie idee e anche quelle di altri in modo piuttosto tendenzioso.

Non ho pubblicato il post della Vasini  per i suddetti motivi, ma anche perché BelligeaNews non è la vetrina personale di nessuno, quindi non è lo spazio adatto a chi pensa di poter pubblicare tutto quello che gli passa per la testa, oppure è in cerca di una vetrina personale. Belligeanews ha dato ospitalità alla Vasini volentieri, finché si è mantenuta entro i  limiti, non lo fa quando  questi limiti vengono oltrepassati.

A conferma di quanto sostengo, c’è il fatto che mi ero premurato di avvertirla privatamente dell’ intenzione di non pubblicare il suo scritto, ma ella ha immediatamente usato la mia comunicazione privata,  immettendola sul Web col chiaro intento di porre in cattiva luce il mio operato  e conseguentemente ledere la mia immagine.

Non credo di meritare questo ringraziamento, poiché precedentemente le avevo tranquillamente dato la possibilità di esprimere le sue opinioni.

Invito la Sig.ra Vasini a ponderare più attentamente le sue esternazioni, in quanto, in questo caso, potrebbero sussistere i requisiti per adire le vie legali.

Non è mia intenzione farlo, per ora, perché posso anche comprendere come in momenti di irritazione possano sfuggire anche cose di cui poi potremmo pentirci, quindi lascio alla Signora la possibilità di metabolizzare meglio il suo stato d’animo.

Il giornale è aperto ad ogni commento e riflessione che rimangano entro i limiti della decenza e delle regole generali e proprie.

Il Direttore Giuseppe Bartolucci