Parco del Municipio.

parco municipioContinuano i lavori al parco, con nuove sorprese nuove luci e nuova piantumazione.

Il Comune rifarà anche l’intera illuminazione dell’area circostante, «intervenendo a spese proprie e sostituendo i ‘corpi illuminanti’ presenti in via Cesare Pavese, via Don Milani, via Caduti per la Libertà, via Alicata, via Costa e via De Gasperi».

Un investimento da circa 12.000 euro «con cui nuovi moderni punti luce a led prenderanno il posto di quelli attuali, ormai obsoleti ed ammalorati, con notevole miglioramento estetico e risparmio di energia» (si passa da un consumo medio di 250 watt a 50 watt per ogni lampione). Altra novità riguarda «l’aiuola che costeggia via Caduti per la Libertà. «In questo caso — spiega l’assessore all’Ambiente Gianni Giovanardi, — i tratta di lavori che sono parte integrante dell’intervento tout court di riqualificazione del parco, appannaggio del privato.

Stiamo sostituendo il filare alberato in cipressi con nuovi alberi, in particolare tigli; un intervento reso necessario dalle condizioni di salute dei cipressi, alla base purtroppo di una precaria stabilità e di un rischio crollo, come ha stabilito una recente perizia e come dimostrato da alcune richieste danni già sul tavolo dell’amministrazione». «La scelta — conclude — è ricaduta sui tigli, i quali costituiscono già attualmente l’essenza arborea che maggiormente caratterizza l’area». Si tratta di una trentina di alberi. Il restyling del Parco rappresenta la parte più cospicua della ‘controprestazione’ a favore del Comune da parte del privato che ha realizzato e gestisce il “Parco del Sole”. I cui lavori, avviati a metà ottobre, procedono. Si punta a «una diffusa messa in sicurezza, soprattutto a beneficio delle famiglie e dei bambini che frequentano il parco, con collocazione di una nuova illuminazione a led all’interno dell’area, la sistemazione delle aree giochi, la ridefinizione dei percorsi che già lo attraversano e la realizzazione anche di una “zona relax” per le famiglie. Un complesso di interventi che intendono rendere l’area ancora più gradevole e vivibile, consolidandone la centralità come polo di aggregazione».

Forti dubbi sul metodo, all’annuncio di questi lavori, non si fece parola dell’abbattimento degli alberi, che si verranno sostituiti con altri, ma sempre di abbattimento si tratta, non sarebbe male che quando si tratta di verde pubblico le cose fossero chiare da subito.

G.Bartolucci

Il Direttore Giuseppe Bartolucci