BELLARIA IGEA MARINA. QUANDO LA DEMOCRAZIA DIVENTA DITTATURA.

L’esercizio del potere, diversi sono i gruppi su facebbok che parlano di Bellaria Igea Marina.

mareluna

Mi ero iscritto in qualche gruppo, credendo di potermi avvicinare di più alla vita del paese, ho cominciato a esprimere le mie opinioni liberamente, ma prima sono attaccato e deriso perchè avevo introdotto l’argomento della solidarietà, poi buttato fuori, da notare che non avevo usato un linguaggio scurrile ne offeso qualcuno, ne tantomeno diffamato qualcuno, semplicemente ho risposto per le rime al gestore della pagina che rideva di me, gestore che a distanza di poco tempo ho scoperto fa cosi con tutti quelli che non la pensano come lui, e si permette di dare del ladrone a un onesto barista. questo il primo caso.

Da questo fatto nasce la pagina Belligea news e anche il gruppo, nonche il blog sempre con lo stesso nome, e tra poco arrivera il sito www.belligea.it.

Secondo caso, entravo raramente in questo gruppo ( non faccio il nome ) e sembrava un gruppo tranquillo, poi all’improvviso lo trovo pieno di post truffaldini, che gli amministratori tolleravano, allora pubblicamente protesto e chiedo unmaggior controllo, nessuna risposta allora dico e mi cancellerò da gruppo, e altri mi vengono dietro, questo dopo settimane di proteste, alla fine non vedendo nessun intervento degli amministratori, mi cancello e noto che anche altri lo fanno, evidentemente quegli amministratori non vogliono bene a bellaria igea marina.

Terzo caso, un gruppo che sembrava dedicato alla segnalazione di problemi, ma prima cosa noto subito che viene aggiornato molto poco, e ripete sempre le stesse segnalazioni e di una sola parte del paese, ma tant’è ci puo stare, poi un lettore fa un commento e va leggermente fuori tema, gli rispondo che sono d’accordo con lui, apriti cielo il gestore ci richiama all’ordine è vietato andare fuori tema lui non lo accetta…….. adducendo che lui per quel gruppo toglie tempo al suo lavoro e lui lavora 12 ore al giorno….. ( strano passano settimane in cui non pubblica niente), gli rispondo di non fare l’eroe visto che ripubblica sempre lo stesso post e tanto tempo non lo perde….. mi risponde “ che il gestore è lui e lui decide tutto di non dar fastidio, di non montarmi la testa, che lui non gradisce e che se non sono soddisfatto di andare da altre parti NON SEI HAI CAPITO L’ANTIFONA….    ” mi metto a ridere e mi cancello con un saluto “adios ducettino” ma sono perplesso pensavo di essere in un gruppo di lavori in corso.

In tutto questo scopro, che i gestori dei gruppi di cui sopra sono quasi gli stessi o appartengono alla stessa classe sociale, i quali usano dei semi giornalisti per pubblicare articoletti vari, in definitiva è solo un modo di esercitare il potere tenendo per mano le persone, semi giornalisti che si crogiolano di se stessi, che non muovono mai critiche serie all’attuale amministrazione, per loro viviamo nel paese delle meraviglie, tutto va bene, tutto è perfetto, sarà ma io non ci credo.

Al contrario nessuno puo dire di aver subito censure ( tranne in un caso in cui si rischiava una denuncia) nel gruppo belligea news o sia stato ripreso o impedito di dire liberamente la sua opinione, forse i signori degli altri gruppi dovrebbero fare un corso sulla democrazia, visto che da loro non viene applicata, anzi sembrano tutti dei ducetti in cattedra.

 

Il Direttore Giuseppe Bartolucci