IL TRAMONTO DEGLI DÈI. ANZI; DEL DIO

Ennesima fumata nera per la giunta. Nulla di fatto.

Con tutta probabilità il signor Enzo Ceccarelli non vuol lasciare il governo della città, probabilmente ritiene di essere assolutamente indispensabile…

I problemi che sta creando, non solo impediscono al nuovo Sindaco di operare liberamente le sue scelte, ma soprattutto mettono a rischio il rinnovamento che siamo certi Filippo Giorgetti abbia intenzione di mettere in atto. Se non ricordiamo male, nessuno si è mai intromesso nelle scelte del signor Enzo Ceccarelli e chi ci ha minimamente provato, è stato allontanato in malo modo.

Il signor Enzo Ceccarelli si fa forza dei suoi uomini eletti piazzati nella Lega. Tutte persone che fino a un mese fa militavano in Forza Italia. Peccato che nessuno possieda la statura politica o la competenza necessaria per prendere sagge decisioni.

Dopo aver governato – meglio dire comandato per dieci anni, potrebbe tranquillamente starsene a casa e godersi la famiglia.

Se in ogni caso non si riuscisse a schiodarlo dalla sua libidine di potere, suggeriamo a Filippo Giorgetti di rassegnare le dimissioni e consegnare la città al Commissario Prefettizio. Sarebbe forse l’unico modo per levarsi dalla spada di Damocle sotto cui si trova.

Tutti a casa e buonanotte al secchio. Altrettanto siamo certi che se Filippo Giorgetti si volesse ricandidare, vincerebbe a mani basse senza l’aiuto del gruppo ceccarelliano. Anzi, riuscirebbe più agevolmente.

Fare il Sindaco è un servizio che si rende alla città, e se non lo si può fare in piena coscienza e trasparenza, meglio defilarsi elegantemente.

Gli elettori hanno votato scegliendo chi deve governare, tra questi non c’è il signor Enzo Ceccarelli. Se avesse voluto avere voce in capitolo, avrebbe dovuto presentarsi in una lista e sottoporsi al giudizio degli elettori attraversando le loro forche caudine. Poteva andargli bene oppure male. Ma lui non ha avuto questo coraggio, sicché…

Il mai amato vecchio sindaco, dovrebbe avere più rispetto del voto espresso dai suoi concittadini, cosa che non ha mai dimostrato. Possiamo ricordare quando, poco prima del voto nel 2014, affermò durante una cena in suo onore in riferimento a chi non avrebbe votato per lui: «Allontaniamo tutta questa gente.»

Potrà sembrare che mi stia schierando dalla parte di Filippo Giorgetti; non è così. In questo momento sta subendo pressioni a mio parere fin troppo forti e oserei dire illecite. Impossibile averne attualmente un’opinione come Sindaco, semmai lo si può giudicare come uomo in base alle scelte che farà in questo momento. Per avere un’idea del suo operato come amministratore libero da compromessi, è necessario vederlo all’opera.

Tutto questo Filippo lo sa perfettamente.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci