“Città ViVa” Associazioni & Commercio

Promozione e commercio , politica e associazioni tacciono.

CITTA’ VIVA LISTA MOKA PER BELLARIA IGEA MARINA

moka cabucci mauro crociatiMa come, nonostante la notizia dei giorni scorsi sia clamorosa, le tasse dei cittadini investite per portare i turisti prima nei nostri alberghi, non in tutti, e poi negli outlet del circondario e tutto il mondo economico e ancor più grave , politico, tace….

Come dire,  chi tace acconsente, questa è la realtà locale.

Il modo operativo è sintomatico della maniera  di gestire la nostra economia, demandata agli interessi neanche di una categoria, ma di una parte, e la notizia è che  non solo l’amministrazione non si espone sull’argomento ma neanche i rappresentanti di quelle categorie  proferiscono parola, che siano asservite a questo sistema?

Degli altri protagonisti del dibattito politico ci tocca dire a questo punto  che evidentemente hanno lo spessore di una carta di credito, millimetri zero virgola.

In qualunque altra località della costa  si sarebbe accesa una feroce discussione intorno a quelli che sono i temi di sopravvivenza di un’economia turistica condivisa o meno, interessi collettivi o meno, gestione limpida o meno, strategie promozionali o meno, risultati o meno relativi agli investimenti, responsabilità politiche dei modelli operativi o meno.

Noi invece siamo contenti di essere informati che come ci dice la Confcommercio, al Palacongressi “….ottenendo buone percentuali di riempimento…abbiamo avuto…decine di migliaia di presenze turistiche complessive…” e anche di sapere che “ come associazioni ci siamo assunti l’onere di sistemare impianti e parti della struttura…Considerando gli investimenti e il fatto che sono stati distaccati  (al Palacongressi) due dipendenti pagati dalle categorie stesse, alla fine possiamo dire che siamo andati più o meno in pari tra spese e incassi “. Grazie per aver informato tutta la cittadinanza che il turismo sta diventando sempre più un affare per pochi ma pagato dal salato  contributo di tutti i cittadini e operatori indipendenti ai quali sono riservate le briciole, ma ai quali va il carico della gran parte dei contributi da investire.

Adesso è più chiaro il coinvolgimento di quelle categorie che una volta, molti anni fa, erano a fianco e sostegno  dei piccoli commercianti.

Adesso hanno cambiato sponda, business is  businness, bene, ma non si spaccino per quello che non sono, associazioni di categoria….

Ancora un applauso particolare a chi tenta di spacciare ai commercianti del centro, figuriamoci agli altri…, la fantastica ipotesi che i turisti dopo il Palacongressi andrebbero a riempire i negozi del centro: invitiamo la stampa a  chiedere a baristi , ristoratori e commercianti, non hai soliti noti, ma ad un campione un po’ più ampio, per vedere di che tono sono le risposte.

Consigliamo di portarsi il caschetto di protezione per la sicurezza del lavoro….

Naturalmente l’acquisizione pubblica del Palacongressi è sempre giustificata dal nostro Sindaco con le belle parole  “ …difendere la struttura dal rischio che finisca in mani estranee, senza escludere quelle di soggetti a rischio..”  .

Balle spaziali…Cosa pensa di essere in un territorio senza legge? La normativa non è preparata ad eventualità del genere? Magistratura e polizia non saprebbero fare eventualmente il loro mestiere? Certo è più facile sollevare il sospetto e incutere il timore;  mafia, camorra, le parole non dette, uh che paura…meglio che il Palacongressi ce lo teniamo noi e che ci facciamo gli affari nostri. Nostri di chi?

Se sperano di cambiare in meglio il nostro turismo con il Bim music network e il turismo al Palacongressi stiamo freschi.

I nostri auguri  di una  Buona Pasqua presso il Palacongressi  e  presso gli Outlet a tutta la cittadinanza.

Il contenuto di questo comunicato stampa, pubblicato da “Città Viva” – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di BelligeaNews, che rimane autonoma e indipendente.

 

Redazione