Renzi l’enfant prodige

di Giuseppe Bartolucci.

Renzi-ad-Amici “Se Martin Luther King fosse stato iscritto al Pd non avrebbe detto: ‘Ho un sogno’, ma: ‘Ho un incubo’ ” (Matteo Renzi – Festa PD a Firenze).

Davvero incoraggiante- nonchè segno di profondo amore questo di Renzi per il PD cioè quel partito che gli ha dato fiducia e gli ha aperto la carriera politica, ma tant’è che ogni tanto qualcuno sputa nel piatto dove ha mangiato.

Tanto per capire Renzi vuol diventare segretario del PD? Ma ne siete sicuri? Vuol comandare un partito che all’atto pratico gli fa schifo? Dove ogni due per tre fa battuttacce sui vecchi dirigenti? quegli stessi dirigenti che lo hanno messo sulla poltrona di sindaco? Originale come nuova proposta politica ancora non è nessuno e già manda al cesso tutti.

Mi domando chi ci sia dietro Renzi, questo nuovo messia sembra piu un Berlusconi di sinistra ( ho detto sinistra? mi sarò sbagliato ) parla parla parla, ma ancora idee niente, proposte vere niente, e questo vale sia per il PD sia per l’Italia.

Ma perchè Renzi insiste tanto con il PD che ha detta sua è tutto da riformare, perchè vuol dirigere un partito pieno di vecchi marpioni della politica, Renzi dovrebbe farsi un suo partito scegliendo l’esempio di Grillo, se è tanto forte come crede il seguito dovrebbe averlo, o forse adesso che parte della vecchia nomenclatura si sta mettendo in fila ai suoi ordini si sente piu sicuro dentro al buon vecchio PD? Sarebbe un paradosso – demolisco il Pd e lo rifondo con le stesse persone l’unica differenza è che comando io…..

Renzi vuole il potere e non lo nasconde, ma è in grado di comandare? è in grado di dirigere il PD? e insieme dirigere l’Italia? Troppa ambizione. Si è giovane, con una buona dialettica, aspetto giovanile, linguaggio che conquista le giovani leve, ma il costrutto dov’è?

Ma il PD si rende conto in che trappola si sta mettendo? sono davvero sicuri che Renzi sia adatto allo scopo? se Renzi diventa segretario, e poi vince le elezioni, ma fallisce come premier il PD cola a picco. Meglio scegliere il male minore sceglierlo solo come candidato alla presidenza del consiglio, caso mai andasse male, il PD si potrebbe ancora salvare.

come si può mettere il Pd e l’Italia nelle mani di un ragazzino, che assomiglia a quei bambini che dicono ” il pallone è mio e ci gioco io “.

Giuseppe Bartolucci

Il Direttore Giuseppe Bartolucci