LETTERA AL DIRETTORE: LE OCCASIONI PERDUTE

Salve Bartolucci,

come diceva Terenzio: tanti uomini, tanti modi di pensare. Il premio Panzini è un’ottima idea, si è voluta sostituire la festa degli albergatori con un evento per concedere un premio a cittadini Bellariesi che si sono distinti nel mondo.

Difficile parlare di queste cose, si corre il rischio di sminuire il vincitore e lasciare indietro chi non merita di essere svalutato.

Mi sono chiesto, e mi chiedo, da chi sia composta la commissione scientifico/culturale che si riunisce per decidere a chi consegnare il premio e quali siano i criteri adottati.

Sempre nella difficoltà di parlare di queste cose, convengo che il premio assegnato sia ampiamente meritato. Da non bellariese, ma conoscitore anche tramite il tuo giornale della cronaca cittadina, ho letto tempo fa di un vostro concittadino, il dottor Nico Cappelluti.

Ho passato tanto, ma tanto tempo libero, per sapere e conoscere i lavori di questo ragazzo. In rete si trova tutto, anche le sue pubblicazioni, e c’è di che sbizzarrirsi. Un genio.

Oggi chi sceglie un indirizzo per i propri studi è mosso prevalentemente dalla prospettiva economica che quella scelta potrà garantire in futuro. L’astronomia o l’astrofisica, le persegui solo se dentro hai passione e curiosità, e solo questa passione ti può portare ad avere risultati, ai denari non ci pensi.

Bada ben Direttore, che quelle scoperte hanno anche ricadute sulla vita di tutti i giorni, anche per me è stata una scoperta.

Bene, Cappelluti è vostro figlio, un giovane che per seguire la sua passione e i suoi studi è dovuto andar via da questo paese e Yale gli ha chiesto di studiare per loro mettendogli a disposizione parecchi denari per le sue ricerche.

A me personalmente queste cose fanno accapponare la pelle. Tanto per rendere l’idea, la Nasa, per il 2016, ha stanziato 18,5 miliardi di dollari di cui 5,3 per a ricerca. Non un politico, non un Amministratore che abbia detto qualcosa, che abbia reso omaggio a questo ragazzo che vi è invidiato da tutta la comunità scientifica.

Caro Collegio giudicante, avete perso un’occasione, l’occasione dell’Ex Aequo. Come altre occasioni avete perso in passato, e vi rinfresco la memoria. Vi do qualche indizio…architetto…Venezia…New York…Tutto questo, caro Bartolucci, non so a te, ma a me mette tristezza, tanta tristezza.

Buone cose Piero Benini.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci

su "LETTERA AL DIRETTORE: LE OCCASIONI PERDUTE"

Lascia un commento

il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.