Parigi: tre sparatorie in diverse zone della città. Esplosioni vicino allo stadio.

Torna l’incubo terrorismo a Parigi.
Almeno 56 vittime in sparatorie ed esplosioni, ci sarebbero poi circa 60/100 persone prese in ostaggio nella sala concerti Bataclan nel XI arrondissement, vicino alla sede di Charlie Hebdo. Tre granate contro lo Stade de France dove ci sono almeno 40 vittime e da dove è stato fatto evacuare il presidente Holland. Panico allo Stade de France al termine della partita amichevole Francia-Germania: gli spettatori sono stati invitati a uscire dalle porte dell’impianto rimasto aperto, ma nella completa confusione diverse migliaia sono rimaste ferme sul terreno di gioco, impaurite dalle notizie sugli attentati attorno all’impianto.

 

 

A Parigi, è stato attivato il piano «rosso alfa», un piano d’urgenza destinato a portare soccorso in modo coordinato ad un numero elevato di vittime in caso di «attentati multipli».
Gli assalitori «sono ancora in strada, tornate a casa». Con queste parole la polizia francese sta evacuando le strade attorno ai luoghi dove si sono verificate le sparatorie di stasera. Lo riferisce France 24.

Per il vicesindaco della capitale francese si tratta di un attacco terroristico: stando ad alcuni testimoni, gli assalitori gridavano “Allah è grande”.  ( La Stampa.it – fonte MSN )


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Massimo Scalzo