Traghetto Norman Atlantic in fiamme, scialuppe in mare. Passeggero: “Scarpe iniziavano a fondersi”

Un traghetto della Norman Atlantic partito da Igoumenitsa e diretto ad Ancona è in fiamme dopo un incendio che si è sviluppato a partire dai garage. Secondo le prime informazioni dei vigili del fuoco che stanno raggiungendo il traghetto con diverse squadre, sarebbero state calate le scialuppe e centinaia di persone sarebbero in mare.

“Le nostre scarpe avevano iniziato a fondersi mentre eravamo nella zona della reception”: lo ha raccontato alla tv greca Mega uno dei passeggeri della Norman Atlantic tratti in salvo. L’incendio nel garage, dove c’erano circa 195 vetture, secondo la tv, ha provocato un fortissimo calore su tutta la nave.

Almeno quattro navi mercantili che si trovavano nel basso Adriatico sono state dirottate nella zona dove si trova il traghetto. Uno di questi avrebbe già raggiunto la zona e preso a bordo le circa 150 persone che si erano calate con le scialuppe.

L’incidente è avvenuto a circa 22 chilometri da Valona. A causa delle pessime condizioni del mare risulta molto difficoltoso trasferire i passeggeri dalle scialuppe a bordo delle navi di soccorso giunte numerose sul posto. Secondo i media greci, alcune scialuppe sarebbero state distrutte dalle fiamme, mentre alcuni elicotteri della marina ellenica sarebbero in attesa di avvicinarsi al traghetto per portare in salvo altri passeggeri. Vigili del fuoco, a bordo dei mezzi delle capitanerie sono partiti da Brindisi e Barletta, ma una motovedetta è dovuta rientrare a causa del maltempo. Chiamate in soccorso anche le navi che si trovano nelle vicinanze. Almeno quattro navi mercantili che si trovavano nel basso Adriatico sono state dirottate nella zona. Uno di questi avrebbe già raggiunto il luogo e sta tentando il trasbordo delle 150 persone che si trovano sulle scialuppe. Dall’Italia sono partite anche due motovedette della Guardia Costiera e elicotteri della Marina e dell’Aeronautica.

Mare mosso

Le onde altissime stanno rendendo molto difficili i soccorsi. Nella zona ci sono forti piogge e venti con raffiche che raggiungono anche forza 7 e 8 sulla scala di Beaufort e questo ostacola le operazioni di salvataggio. «Le condizioni del mare non sono buone, si lavora con difficoltà, speriamo che tutto vada bene», ha detto alla stazione televisiva privata il ministro greco della Difesa, Nikos Dendias, che segue i soccorsi. Il ministro della Marina Mercantile, Miltiadis Varvitsiotis, ha detto che «le autorità greche sono in contatto con quelle italiane in quanto la nave si trova a 22 miglia nautiche dalle coste italiane».

La navigazione

Il Norman Atlantic, navigando da Patrasso in Grecia occidentale verso il porto italiano di Ancona, era a 33 miglia nautiche al largo della piccola isola di Othonoi quando ha inviato un segnale di soccorso. La nave era da poco partita dal porto di Igumenitsa, di fronte all’isola di Corfù. «Il capitano ha chiesto l’evacuazione della nave» ha detto il portavoce della guardia costiera Nikos Lagkadianos. L’incendio è scoppiato nel garage della nave, che trasporta 222 veicoli, intorno alle 4.30 ora locale per cause ancora ignote. Il traghetto Norman Atlantic, gestito dall’operatore marchigiano Agenzia Archibugi, sarebbe dovuto arrivare al porto di Ancona alle 17 di domenica.

 


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci