IMU E TASI: IN CONSIGLIO COMUNALE L’APPROVAZIONE DELLE ALIQUOTE 2014

 

I pagamenti dovranno essere effettuati in autoliquidazione, ovvero non è prevista emissione di bollettazione da parte del Comune di Bellaria Igea Marina.

Abitazioni principali: il Comune di Bellaria Igea Marina ha previsto detrazioni sulla Tasi – pari a 100 euro – a beneficio delle fasce socialmente ed economicamente più deboli.

tasiApprodano nel prossimo Consiglio Comunale di venerdì 29 agosto, l’approvazione delle modifiche al regolamento Imu e l’approvazione delle relative aliquote, nonché l’istituzione della Tasi con approvazione, anche in questo caso, delle aliquote collegate.

Imu e Tasi, due delle tre componenti – insieme alla Tari – della Iuc entrata in vigore dal 1^ gennaio 2014, sono imposte legate da vincoli inerenti alle approvazione delle tariffe: ricordando che vengono calcolate in base alla rendita catastale, le due aliquote 2014 accorpate, infatti, non possono per normativa superare la misura massima dell’aliquota Imu vigente al 31.12.2013.

Per quanto concerne la Imu, sono esenti le abitazioni principali, e per le prime case considerate ‘di lusso’ l’aliquota verrà fissata nella misura del 6.0 per mille; una piccola novità riguarda le unità immobiliari concesse in comodato gratuito a figli o genitori, con l’introduzione di una seconda aliquota ridotta di due punti rispetto a quella base, concessa ai proprietari che non superino i valori Isee.

Per quanto riguarda la Tasi, l’aliquota per le abitazioni principali a Bellaria Igea Marina verrà fissata al 3.3 per mille; le altre categorie interessate dalla Tasi sono i fabbricati rurali ad uso strumentale – aliquota dell’1.0 per mille –  e i fabbricati considerati ‘beni merce’ da imprese costruttrici e non locati – aliquota del 3.3 per mille -.

Nel complesso, l’Amministrazione Comunale ha previsto un gettito in linea con il 2012 per quanto riguarda le abitazioni principali – è questo l’anno contributivo di paragone poiché nel 2013 le abitazioni principali non hanno pagato l’Imu, parzialmente compensata dalla successiva mini Imu -, ed in linea con il 2013 per quanto riguarda gli altri immobili.

Poiché il carico fiscale 2014 risulta complessivamente inferiore a quello del 2012, il Comune di Bellaria Igea Marina non è obbligato ad applicare detrazioni per le abitazioni principali. Tuttavia, l’Amministrazione Comunale ha comunque previsto un sistema di detrazioni – pari a 100 euro – a beneficio delle fasce socialmente ed economicamente più deboli, come ad esempio le famiglie numerose, coloro che sono disoccupati da diciotto mesi con un mutuo sulla prima casa in corso, nuclei che accolgono persone diversamente abili: le stesse categorie che godevano delle detrazioni ad hoc definite dal Comune per l’Imu fino allo scorso anno.

Sul fronte delle scadenze, premesso che l’acconto Imu era da corrispondere entro il 16 giugno 2014, il saldo dell’Imu e della Tasi dovrà essere corrisposto entro il 16 dicembre; l’acconto della Tasi, pari al 50 % del totale, dovrà essere pagato entro il 16 ottobre.

 Sia i pagamenti Imu che Tasi, dovranno essere effettuati in autoliquidazione, ovvero non è prevista emissione di bollettazione da parte del Comune di Bellaria Igea Marina.

Il Direttore Giuseppe Bartolucci