“Bene Comune” Ancora un clamoroso fallimento per l’Amministrazione Ceccarelli!

Simbolo_Bene-ComuneApprendiamo con stupore che nel nuovo cosiddetto “mercato ittico” opereranno unicamente i grossisti di cozze mentre i banchi di vendita al dettaglio resteranno nella posizione attuale sul porto. Si conferma la “profezia” del comunicato di Bene Comune Sinistra Unita dello scorso 13 dicembre: “La struttura costruita dal Comune in prossimità del porto con risorse interamente pubbliche non diventerà un mercato ittico come viene comunemente inteso (cioè un esercizio di vendita del pesce) ma un capannone di lavorazione di cozze e vongole. Servirà, in sostanza, per la logistica di redditizie attività. I dettaglianti che ora vendono il pescato sul porto continueranno ad usare i banchi di via Rubicone”.

Addirittura la profezia di Bene Comune era stata perfino ottimistica perché i vongolari hanno rinunciato ad utilizzare quel capannone.

Resta il fatto che è stato speso mezzo milione di euro in una infrastruttura data ad un canone simbolico (poco più di 100 euro al mese) ad una sola categoria che avrebbe potuto effettuare l’investimento in proprio.

E resta anche il fatto che, stando a quanto ripetutamente affermato dal centrodestra nei mesi scorsi, i banchi dei dettaglianti non avrebbero i requisiti igienici per vendere sul porto.

L’Amministrazione comunale di centrodestra dovrà dare parecchie spiegazioni per giustificare quello che oggi appare un investimento scellerato, contrario al buon amministrare e di dubbia legittimità.

Il contenuto di questo comunicato stampa, pubblicato da “Bene Comune” – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di BelligeaNews, che rimane autonoma e indipendente.

Redazione