VIA PERUGIA E LA STAZIONE

Ci arrivano diverse segnalazioni sui bagni pubblici chiusi della stazione, di quelli che fanno le treccine e sono irregolari, e infine sul sottopasso di via Perugia.

Tutte le sere, al mercatino di Via Perugia, diversi turisti chiedono dove siano i bagni pubblici, perché quelli della stazione sono chiusi e non hanno nemmeno l’insegna.

Quei bagni, oltre a servire chi viaggia in treno, sono anche i bagni di servizio del bar della stazione, che ne è sprovvisto e, naturalmente, per chi capita in zona e ha necessità di usarli. Alla nostra Amministrazione va bene così?

Inoltre, da qualche sera, sempre in via Perugia, ci sono dei tipi che fanno le treccine. Tutti gli operatori della zona hanno più volte avvertito la Polizia Municipale, che però non si è mai vista. Ma come, siamo la città della legalità e non si interviene per queste cose? Eppure ricordiamo bene con quanta sollecitudine la stessa Polizia Municipale intervenne per chiedere la congrua a un artista di strada che si stava esibendo…

Per non dire che in molte parti della città ci sono negozi gestiti da stranieri che espongono la loro merce sui marciapiedi. Sono anni che va avanti così, ma la situazione rimane invariata. Di certo se lo facesse un negoziante del posto gli fanno subito un verbale.

Quel benedetto sottopasso, voluto fortissimamente dall’Amministrazione, non lo usa praticamente nessuno, tutti preferiscono aspettare che passi il treno, magari sarà anche perché i bambini vogliono vederlo.

Poco prima del 2009 vi fu una proposta dell’Aia per fare il sottopasso davanti all’hotel Firenze, appoggiata dall’allora candidato Sindaco Enzo Ceccarelli. Sarebbe stata la soluzione giusta, infatti tutti quelli che arrivano in treno si lamentano che devono fare molta strada per raggiungere Via Panzini. Praticamente alla stazione manca un collegamento diretto tra le vie Perugia e Panzini.

E’ tutto così strano in questa città, in campagna elettorale si dicono tante cose, ma dopo, se ne fanno altre completamente diverse.

Riproduzione riservata copyright Belligea.it

Il Direttore Giuseppe Bartolucci