STATALE 16: LA FOLLIA DELL’ANAS

Sembra follia quello che sta avvenendo a Bellaria in seguito alla chiusura sulla SS16 di entrambe le corsie in direzione Ravenna.

L’uscita obbligatoria a Bellaria provoca due chilometri di coda allo svincolo, creando un caos pazzesco sulla vecchia statale di Bellaria fino a San Mauro Mare. Disagi a non finire per tutti, si può facilmente immaginare l’intasamento in zona Coop.

Purtroppo, quando fecero la nuova statale non previdero aperture tra i due sensi di marcia. Normalmente in autostrada, fatti salvi eventi eccezionali, viene chiusa una sola corsia, qui no! Anas, evidentemente, non ama Bellaria, visto che due anni fa ha imposto il limite a 70 Km/h per un lungo tratto proprio all’altezza di Bellaria. Doveva rifare l’asfalto, ma l’ha rifatto dopo ben sei mesi! Questo ha arrecato molti problemi e fatto elevare molte contravvenzioni agli automobilisti.

La vera domanda è questa: il Comune ha dovuto subire questa situazione, oppure Anas poteva chiudere una sola corsia? Nella seconda ipotesi è palese che, volendo chiudere entrambe le corsie, deve per forza esserci stato un accordo con il Comune.

Intasare “per ben due mesi” un paese e causare un tale caos sulla strada, nonché far aumentare l’inquinamento, sembra opera di qualcuno che non ha valutato bene la mole del traffico.

Immaginiamo la disperazione di una piccola Greta bellariese per l’aumento dell’inquinamento. Quanti alberi si dovranno piantare e quante strade saranno da ripulire?


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci

su "STATALE 16: LA FOLLIA DELL’ANAS"

Lascia un commento

il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.