PRECEDENZA AI CICLISTI

Spread the love

Di Alessandro Berardi, consigliere comunale.

Anche a me l’intervento di messa in sicurezza della pista ciclopedonale di via Ravenna non piace e ho la certezza che esistessero alternative migliori senza penalizzare l’utenza. Ovviamente nel rispetto del codice della strada. L’intervento su una arteria così trafficata poteva essere studiato diversamente e in maniera più oculata per evitare sperpero di denaro.

Posto che in una pista “ibrida” ciclopedonale non c’è obbligo per chi è in bicicletta di utilizzare quella sede, è abbastanza ovvio che prima del montaggio degli “archetti dissuasori” (come li chiama l’assessore Mauri) un ciclista, nello scegliere, avrebbe comunque preferito percorrere la pista piuttosto che andare sulla trafficatissima via Ravenna.

Invece questo intervento, così come effettuato, ha del tutto condizionato univocamente la scelta a giovani e, ancor peggio, ad anziani. In altre parole, è probabile che diminuirà l’incidentalità negli incroci ma aumenterà sulla sede stradale.

Ora il Comune, come ha annunciato l’assessore Mauri, è corso ai ripari per i disabili ma non ha certo agito nell’interesse globale della sicurezza stradale.

Ci sarebbero stati diversi modi per farlo, ma purtroppo il Comune ha compiuto una scelta poco funzionale che, nei fatti, ha peggiorato la situazione.

Fermo restando che in prossimità di qualsiasi intersezione chiunque debba usare prudenza, a mio parere poteva essere utilizzata la casistica prevista dall’articolo 145 comma 4 ter del codice della strada, attribuendo negli incroci la precedenza a ciclisti e pedoni con l’eliminazione della confusa segnaletica verticale che “apre” e “chiude” la pista ad ogni intersezione.

Sarebbe bastato un intervento come quello mostrato nella fotografia: con quel tipo di segnaletica gli automobilisti vengono costretti ad arrestare la propria marcia in prossimità di un incrocio con attraversamento ciclopedonale. Nella fattispecie viene concessa al ciclista e al pedone assoluta precedenza e allo stesso tempo un razionale inserimento di paletti ridurrebbe l’eventuale andatura sostenuta da parte dei ciclisti.

Alessandro Antonio Berardi


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci

su "PRECEDENZA AI CICLISTI"

Lascia un commento

il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.