PORTO: UN FALLIMENTO DA NON RIPETERE

Comunicato stampa di Andrea Silvagni

Tutti (o quasi) i “capannini” sul lato Igea del porto canale sono ancora vuoti.

Dei tre previsti per i ristoranti solo uno è stato richiesto, mentre un quarto avrebbe dovuto essere messo a bando per uso chiosco, ma il bando mai è stato fatto e non ci sono intenzioni di pubblicarlo nell’immediato: è questo quel che emerge da un’interpellanza fatta dal sottoscritto durante l’ultima seduta del Consiglio Comunale.

Ormai anche il centrodestra Bellariese si è reso conto della mediocrità di questo intervento.

La questione “capannini”, dimostra che l’intervento fatto sul porto pochi anni fa è stato poco attrattivo per le attività economiche, e a completare il fallimento ci pensa la fontana dal discutibile gusto estetico e dal degrado che l’ha caratterizzata.

Il porto canale dovrebbe essere il cuore pulsante della nostra città, il trait d’union tra Bellaria e Igea Marina e per questo non può sopportare progetti poco ambizioni, ma necessita di interventi che diano identità a quella zona, oltre a valorizzarla dal punto di vista turistico.

Auspico che si intervenga al fine di rivedere il progetto della zona porto migliorando quello che è stato fatto ed evitando di replicare altri fallimenti anche sul lato Bellaria.

Per vincere le sfide del futuro, ancora più insidiose dopo l’emergenza Covid, abbiamo bisogno di sviluppare una progettualità che ci permetta di non essere il fanalino di coda della riviera, ma di stare al passo dei nostri vicini che, a differenza nostra, dimostrano di innovarsi e di saper investire sul territorio.

Andrea Silvagni


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci