POLOEST: BUCCI CHI E’ COSTUI?

Buonasera Direttore

Spero che questa mia venga pubblicata, premessa inutile considerata la coerenza dimostrata in questi anni sia sulla questione polo est che su altri temi da lei trattati.

Veniamo al motivo di queste due righe.

Ho letto l’articolo / intervista di un tale Bucci, da lei ripreso e pubblicato con tanto di risposte, almeno quelle possibili per lei.

Io, invece, in quanto parte lesa in tutta la questione Polo est, posso rispondere con maggiore precisione ed anche, se mi è permesso, con prove inconfutabili, di quante e quali schifezze siano state fatte prima, durante e dopo, nei confronti della società Publirecords 42 vincitrice del bando per la gestione del Polo est.

Rispondo sì al quesito che il sig. Bucci (ma chi è costui?) si pone quando chiede se ci siano stati passaggi di denaro tra Pr42 e Fondazione Verdeblu.

Notare bene l’ordine nell’indicare i “flussi”: da Pr42 verso Verdeblu; mai l’inverso. E questo a precisare per l’ennesima volta che noi non abbiamo preso quattrini pubblici o presunti tali dai signori di Verdeblu.

Anzi, l’operato di Verdeblu, dell’amministrazione, dei tecnici che hanno seguito le pratiche e dei presunti direttori artistici, hanno messo in ginocchio la società Publirecords 42.

In ginocchio, ma a testa alta.

Noi sì, loro, lo dubito.

Ma, come dai lei scritto caro Direttore, le denunce noi le abbiamo fatte anche nelle sedi competenti.

La “giustizia” è lunga e macchinosa, ma prima o poi arriva.

Mi auguro che quanto letto sui giornali in questi giorni, e cioè che Verdeblu ha donato con formula di gratuità al comune di Bellaria Igea Marina le strutture esistenti nell’area Polo est, possa accelerare l’iter della giustizia sopra citata.

Sì, perché fa strano leggere che vengono cedute delle strutture che solo 3 anni fa “scottavano”, perché secondo la legge qualcuno avrebbe dovuto abbatterle (tipo il chiosco bar), ma questo qualcuno si è girato dall’altra parte ed ha fatto finta che non esistessero dando vita al palleggio delle responsabilità.

E noi nel mezzo. Nel 2016 abbiamo dato 20 mila euro a un proprietario privato che non era più proprietario, e l’anno successivo corrisposto la stessa cifra a Verdeblu che era improvvisamente diventata proprietaria di un bene che, per legge, anche oggi non potrebbe più stare su quell’area.

Verdeblu ha quindi comprato da un privato con soldi dati dal comune un bene che ora cede gratuitamente?

Non solo, leggiamo anche che il comune accetta la donazione vantandosi di questa soluzione.

Ricordo, per dovere di cronaca, che l’attuale sindaco è la stessa persona che aveva in carico come studio la pratica spazio eventi / Publirecords 42…

E qui, caro Direttore, mi dissocio da quanto lei scritto, e precisamente quando dice al sig. Bucci di chiedere alla vecchia amministrazione le risposte sui pasticci del Polo est

Può chiedere anche alla nuova amministrazione le risposte che cerca.

E se non dovesse averle si rivolga pure a me sig. Bucci: io risponderò.

Renata Buleddu Publirecords 42


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci