GP d’Austria: (Ri)Vince Verstappen.

E’ bastato un circuito corto con tre attivazioni DRS e un pò di caldo per riportare la F1 alla sua spettacolarità e la Mercedes là dove si troverebbe senza aiutini FIA e Pirelli. Ma veniamo alla gara, spettacolare grazie a Leclerc, Verstappen, Norris, Sainz & C. laddove sono venuti a mancare i pluricampioni del mondo: Hamilton che ha praticamente saltato la curva 1 per tutta la gara – con tutte e quattro le ruote fuori pista – danneggiando ala e forse il fondo. Meritava una reprimenda dai giudici o una penalità? No, perchè non ne ha tratto alcun vantaggio… oltre a quello di riuscire a far girare la W10.

E poi Vettel, cui i box hanno tolto il terzo gradino del podio a causa di un malfunzionamento delle radio dei meccanici… c’è ancora qualcuno che non sospetti quanto ho già detto e cioè che c’è chi nella squadra gli sta remando contro? Forse quel qualcuno non si ricorda del GP d’Europa del 1999 al Nürburgring quando Irvine restò fermo ai box al 21° giro per ben 28 secondi in attesa della posteriore destra, misteriosamente dimenticata dai meccanici Ferrari. Dei veri geni ieri…

L’episodio chiave è stato ovviamente il sorpasso di Verstappen ai danni di Leclerc: bravo l’olandese, pollo il monegasco che gli ha lasciato uno spiraglio dove mettere le ruote e la macchina: i 60 GP d’esperienza in più in F1 si vedono e bene. No further action, hanno decretato gli ufficiali di gara dopo ben tre ore e dopo aver sentito i due piloti. Giustamente perchè comunque la Red Bull ne aveva di più. In Canada Vettel si è beccato 5 secondi e 3 punti-patente in pochi minuti, senza essere sentito dai giudici, e solo per aver ostacolato (?) Hamilton mentre cercava di non fotocopiare sul muretto della chicane la SF90. Ma credo che certe cose accadano anche perchè in F1 gli ufficiali di gara cambiano e perchè la maggior parte viene dall’Endurance o sono piloti F1 che hanno vinto poco o niente. Eppure di Campioni del mondo di F1 disponibili ce ne sono…

Infine un’ultima chiave di lettura di questo anomalo ( = spettacolare ) GP d’Austria. E’ la corsa di casa per la Red Bull ma quante volte in F1 un pilota ha doppiato il proprio compagno di squadra? Come mai la Red Bull di Max era più veloce della Ferrari pur avendo meno cavalli? E cosa è successo al 55° giro quando l’olandese ha detto che stava perdendo potenza per poi ripartire a razzo dopo un giro? Ok, penso che sappiate come si possono avere più cavalli dai box se la FIA si gira per un pò dall’altra parte… si interviene sul “flussometro” semplicemente.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Massimo Scalzo