L’OMBRA DI UN SOLE GIÀ TRAMONTATO

Se il valvassino vincesse la battaglia, Bellaria cadrebbe nell’oscurantismo ceccarelliano. Arriverebbe la Santa Inquisizione, ricostituita dai suoi seguaci, per giudicare i vivi e i morti. I morti dati in pasto alle fiere, i vivi messi al rogo in piazza.

Ma non avverrà, mai e poi mai Filippo scenderà a questo compromesso: preferirà dimettersi.

Di certo alle successive elezioni il valvassino si presenterà nuovamente come candidato sindaco (Dio ce ne scampi e liberi). La stessa Lega, ammaliata dalle lusinghe del valvassino, subirà una memorabile stroncatura dagli elettori.

Il valvassino è l’ombra di un sole già tramontato. Ormai è inutile, anzi, nefastamente foriero di altre disgrazie. Subirà un’altra degradazione: da valvassino a servo della gleba come si usava nel medioevo. Perché lui, ancora nel medioevo si sente.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci