IMPERIUM LUDUM

Siamo all’alba di un nuovo tragitto amministrativo. Dai rumors e dalle conseguenti deduzioni, sembra portare venti di cambiamento.

La giunta ancora non è del tutto composta, i papabili sono: Mauri vice e assessore; Adele Ceccarelli e Neri. Ne mancano due; ognuna delle forze di maggioranza avanza le sue candidature, dando per scontato che per legge ci vuole un’altra donna. La Lega ha richiesto la nomina dell’ex sindaco Enzo Ceccarelli, una richiesta scontata che la Lega non poteva non fare. Ma la cosa non sembra gradita sia al sindaco Filippo Giorgetti, che alle altre forze politiche di maggioranza.

Enzo Ceccarelli dovrà, “imperium ludum”, rassegnarsi a stare a casa. C’è chi lo spera fortemente!

Una magagna che il nuovo sindaco dovrà risolvere velocemente è quella del Poloest: ben due bandi sono andati deserti. Ci si chiede il perché. Azzardiamo un’ipotesi: vuoi vedere che quei bandi erano costruiti dalla precedente amministrazione in modo tale da far sì che non si presentasse nessuno, per poi in qualche modo far finire il Poloest in mani amiche?

Forse sarebbe opportuno fermare tutto e farne uno provvisorio per poi ripensare bene cosa fare del Poloest.

Altre cose da rivedere e valutare sono il rapporto tra Verdeblu e il Comune, che oggi appare poco trasparente agli occhi dei cittadini e la questione del Centro congressi, che richiede di essere risolta in modo definitivo. Il Centro congressi è vitale per la città, soprattutto se si vuole puntare sulla destagionalizzazione.

Nell’attesa dei primi provvedimenti segnaliamo che ufficialmente ancora non si conoscono i nomi degli eletti in Consiglio Comunale.

Che ci sia un problema nel riconteggio delle preferenze?

P.S. C’è anche chi, con poco più di trenta voti e senza aver mai dimostrato attitudini precise, pretende un posto da assessore.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci