IL FUTURO DELLA CITTA’

Lettera di Alfonso Vasini

Si avvicinano le elezioni amministrative del maggio 2019 e da qualche giorno si leggono sulla stampa locale i nomi dei candidati sindaci proposti dai rispettivi partiti e/o movimenti politici.

Conosco Filippo Giorgetti e Gabriele Bucci, ma non Danilo Lombardi. Conosco bene anche i miei concittadini e non nascondo la preoccupazione che essi ripetano gli errori che nel passato hanno impedito a Bellaria Igea Marina di crescere e di affermarsi.

I miei concittadini, appunto, ancora prigionieri di quella ancestrale indole individualista che ostacola qualsiasi alleanza tra loro protesa a difendere il bene comune; incapaci di identificare quel bene e di perseguirlo al fine di salvaguardare la città dalla regressione che la impoverisce e di consegnarla finalmente alla dignità sociale, economica ed intellettuale che essa merita.

La domanda che sorge spontanea è se quei cittadini sapranno scegliere la persona giusta e, in verità, io stesso ho difficoltà a rispondere.

Come ho detto sopra, conosco Filippo fin dai tempi in cui, giovane intraprendente e di sani principi, faceva parte del gruppo di ragazzi che supportavano la lista civica con la quale mi ero candidato alle elezioni amministrative del giugno 1999 e da allora l’ho sempre esortato ad interessarsi della cosa pubblica partendo dal contesto locale per poi spiccare il volo verso più importanti traguardi.

Non nascondo, perciò, che mi hanno sorpreso le sue recenti dichiarazioni (così come apparse sulla stampa) secondo le quali si appresterebbe a seguire le orme del sindaco uscente sui cui deludenti dieci anni di governo è meglio stendere un velo pietoso.

Mi rendo conto che la politica è fatta anche di compromessi, ma attento caro Filippo, perché è in gioco la tua credibilità ed il futuro della nostra città.

Analoga attenzione raccomando a Gabriele, che reputo persona preparata sia culturalmente che tecnicamente e all’altezza, per capacità ed esperienza professionali, di cotanto impegno. Infatti, pur apprezzando Gabriele, mi lascia un po’ perplesso la sua scelta di campo che, temo, gli farà incontrare qualche difficoltà nel raccogliere il consenso di una base elettorale che appare scomposta e politicamente eterogenea.

Non mi resta che augurare a Bellaria Igea Marina di operare le giuste scelte onde evitare il rischio di mettere, ancora una volta, il proprio destino in mani inadeguate.

Alfonso Vasini


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci