BELLARIA: MINORI FANNO SHOPPING DI ALCOLICI

Alcuni minorenni sono stati male dopo aver bevuto superalcolici acquistati in qualche piccolo negozio di alimentari e bevande.

Il fenomeno, a sentire alcuni minorenni, è molto diffuso a Bellaria I.M.. Addirittura, gli stessi ragazzi dicono che in città la cosa è nota. Probabilmente non è proprio così, ma il fenomeno è preoccupante, sia per il degrado sociale, sia per i problemi di salute che si possono innescare nei ragazzini minorenni.

La preoccupazione delle famiglie è costante. C’è molta tensione, unita allo sconcerto che qualcuno approfitti dell’ingenuità dei ragazzi. Ingenuità che, inizialmente può essere l’alcool, ma poi può sfociare nell’uso di droghe.

Sicuramente c’è qualcuno che pilota i ragazzi verso questi posti, dove, contravvenendo alla legge, è facile per chiunque acquistare superalcolici.

Alcuni genitori, che hanno avuto casi di figli tornati a casa completamente ubriachi, sono restii a denunciare presso i Carabinieri l’accaduto, non per paura, ma per tutto l’iter che ne consegue. Gli stessi vorrebbero segnalare i fatti senza essere costretti a sporgere una denuncia. Venendo a conoscenza del fatto, dovrebbero essere gli stessi Carabinieri a svolgere indagini in proposito.

Questi accadimenti lasciano l’amaro in bocca. Da una parte i ragazzi, con la voglia di scoprire il mondo e al tempo stesso di voler trasgredire, dall’altra approfittatori senza scrupoli che, per pochi denari, minano la base del vivere civile in una comunità sostanzialmente sana. Infine i genitori che non possono, o non riescono, a controllare i comportamenti dei propri figli. Sempre i genitori che, stando questa situazione di mancato controllo sulla illegalità portata avanti dagli esercenti, non riescono, a tutelare i propri figli.

Tutto questo mette a dura prova il convivere civile di una comunità tranquilla come Bellaria, dove sospetti, paure, insieme all’omertà di qualcuno, magari con un proprio interesse, stanno dilagando. Passare dall’ubriacarsi al drogarsi, è un passo più breve di quanto si possa ritenere.

E’ indispensabile che la scuola eserciti il proprio ruolo di insegnamento di educazione civica, avvertendo i ragazzi dei pericolosissimi rischi sulla salute legati all’assunzione di alcool e droghe, questo, purtroppo, a partire dalle scuole medie inferiori.

Anche lo stesso Comune, dovrebbe sviluppare una maggiore sensibilità verso questo problema, maggiori, e discreti controlli su certe attività, potrebbero aiutare in questo senso i comportamenti dei minori, e dare un po’ di serenità alle famiglie.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci