ZEBEDEI FUMIGANTI

All’annuncio che L’assessora Loretta Scaroni è candidata all’uninominale in Romagna con Forza Italia, il sindaco Enzo Ceccarelli e il suo delfino Filippo Giorgetti, hanno fatto salti di gioia.

Certamente saranno molto contenti della scelta, ma di certo gli zebedei gli girano al punto da fumare abbondantemente.

Al sindaco, perché gli è stato preferito un suo Assessore, a Filippo Giorgetti, perché è lui il delfino che, secondo i suoi pensieri, dovrà prendere il posto di Ceccarelli, quindi trattasi di lesa maestà. Un Cardinale non può rimanere a far solo da tappabuchi.

Loretta Scaroni è donna di bella presenza, ma invero poco loquace. Non solo non si ricorda un suo intervento in Consiglio Comunale, ma nemmeno si è mai sentita una sua dichiarazione politica, né mai si è assistito a una sua intervista. Chissà da dove è caduta questa candidatura? Chissà quali capacità possiede che noi ignoriamo?

Noi a Bellaria non ci eravamo accorti (ma di certo il sindaco sì) che avevamo un personaggio così importante e influente, tanto da meritare di essere inserita nelle candidature di quel partito, Forza Italia, che tutti i sondaggi danno favorito alle prossime elezioni politiche.

A dire il vero dei suoi interventi in pubblico sono ricordati solo alcuni neologismi, che i maligni e ignoranti hanno definito “strafalcioni” (ma sono sempre i soliti comunisti…). Neologismi degni dell’On. Razzi, che come sappiamo, non sarà più parlamentare. Che sia la nostra assessora la destinata a prendere il suo posto nell’emiciclo di palazzo Madama?

La nostra Assessora ha così superato a livello locale il Presidente del CC, nonché candidato sindaco in pectore, Filippo Giorgetti. C’è un problema ora, se per caso, ma non ce lo auguriamo, l’Assessora Scaroni non dovesse accedere al Parlamento, è ovvio immaginare che la corsa dell’anno prossimo a sindaco vedrà in lei una valida alternativa al presidente del CC. Se la Scaroni non viene eletta – cosa molto probabile – Forza Italia dovrà giocoforza candidare lei a sindaco. Già, perché se l’hanno ritenuta valida per il Parlamento, figuriamoci se non lo è per il ruolo di sindaco: il posto è già suo! E come sarebbe possibile non darle i rimasugli della minestra? Con buona pace per il delfino Filippo, che dovrà accontentarsi di rimanere Cardinale.

Esiste la possibilità che la Scaroni possa prendere un discreto numero di voti. È noto ormai da decenni che il gallo romagnolo è molto attratto dalle avvenenti bresciane. La Scaroni è di origini bresciane; quindi…

Ci coglie il dubbio che la Scaroni abbia tenute nascoste le sue capacità di oratoria politica… Probabilmente per Bellaria erano ritenute eccessive. Certo nemmeno immaginavamo che la vera eminenza grigia della Giunta fosse proprio la Scaroni.

Considerando quanto impegno profondano tutti i partiti per presentare candidati capaci e competenti, riteniamo che lo stesso metodo sia stato adottato anche da noi.

Almeno potremo finalmente prendere visione delle – finora abilmente tenute nascoste – grandi doti in possesso della nostra candidata.

Comunque sia, che la Scaroni avesse queste aspirazioni noi di Belligea l’avevamo scritto in tempi non sospetti, http://www.belligea.it/2016/07/15/il-buio-al-di-qua-della-siepe/


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci