AQUABELL

Comunicato stampa del MoVimento 5 Stelle

Alla fine è andata a finire come abbiamo sempre sostenuto.

I nostri amministratori stanno cercando di concludere un accordo che si traduce in mera speculazione edilizia per ottenere una struttura che, oltre a non essere in regola strutturalmente, è anche carente dal punto di vista degli oneri di urbanizzazione mai eseguiti a regola d’arte.

Anche il PD conferma la possibilità che la struttura possa essere presa in carico da privati.

L’Amministrazione, per la quale prima era una priorità, oggi si è defilata lasciando che fossero proprio i privati a gestirla con un accordo tra Foschi e BIM Servizi, quasi ammettendo tutta l’inadeguatezza delle decisioni prese sino ad oggi.

Al Movimento 5 Stelle queste soluzioni paiono inadeguate e insufficienti al rispetto delle regole e del territorio.

Spesso gli amministratori di maggioranza hanno affermato che Bellaria I.M. deve gestire il proprio territorio. Se questo vuol dire avallare lo scambio di concessioni edificabili per 17.000 mq. per avere una struttura in una situazione per la quale l’apertura a noi pare illegittima, allora ci si pone sullo stesso piano delle amministrazioni recedenti, che portarono a una edificazione sfrenata e di pessimo livello.

Illegittimi i soldi spesi nella struttura stessa dall’amministrazione, illegittima l’operazione su cui graverebbero i costi di ristrutturazione, regolarizzazione e della sanatoria, che ricadrebbero su tutti i cittadini.

In una amministrazione tra le cui fila campeggiano per lo più tecnici e albergatori, ci scuseranno, qualche dubbio sorge spontaneo, e chiedere all’opposizione (quella vera) di non parlarne, è a sua volta illegittimo.

In conclusione, per il Movimento 5 Stelle la struttura dovrebbe rimanere chiusa sino alla conclusione delle pratiche di sanatoria e lavori conseguenti, cose che, peraltro, erano, a nostro avviso, elemento essenziale per istruire l’accordo che si fece anni fa facendo finta di nulla e, per questo, mettendosi al livello di tutte le amministrazioni che sino ad allora avevano tenuto lo stesso atteggiamento.

Inoltre va osservato che, a oggi, il valore della struttura Palacongressi è enormemente diminuito. Anche se la struttura fosse in possesso di tutti i crismi, scambiarla a queste condizioni ci pare insulso. Fosse stata di un privato, come già accaduto per altri casi, la struttura sarebbe stata bloccata da tempo. Gli amministratori hanno provocato una minus valenza, che a oggi stanno pagando i cittadini.

MoVimento 5 Stelle Bellaria Igea Marina


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci