L’ULTIMO IMPERATORE

Con l’Anschluss di San Marino siamo diventati un Impero. L’Imperatore delle Sacre spiagge, Sua Altezza Enzo Ceccarelli, è il nostro Signore. Rendiamo grazie a Lui.

E’ incredibile come solo Lui sia riuscito, dopo quasi 2000 anni di indipendenza, a conquistare l’antica Terra della Libertà.

Adesso che si è rotto il ghiaccio e con tutti i paesi del mediterraneo terrorizzati dalla potenza ceccarelliana, il nostro sublime Imperatore si aspetta, come minimo, che la Croazia, la Slovenia, la Bosnia, il Montenegro e l’Albania, si consegnino senza colpo ferire nelle magnifiche mani del potente Imperatore.

Risolto il problema dell’Impero coloniale, queste nazioni, ricche di materie prime, petrolio innanzitutto, arricchiranno considerevolmente la nostra potenza.

Adesso, finalmente, dopo un breve riposo dedicato all’arte venatoria, l’imperatore potrà dedicarsi al problema delle spiagge. Dopo anni di studi e approfondimenti… ancora non c’è la soluzione, ancora, purtroppo, Ceccarelli non è abbastanza potente per fare tutto ciò che vorrebbe, ma sia il Governo Italiano, che l’Europa, dicono che bisogna seguire le leggi. Strano, eravamo convinti che ognuno potesse fare quel c…o che gli pare.

E’ in programma una mega riunione della maggioranza sull’argomento spiagge. Qualcuno però si sta defilando in cerca di soluzioni meno drastiche di quelle dettate da Ceccarelli, anche per recuperare la propria immagine politica e soprattutto per recuperare i voti degli operatori di spiaggia.

I duri e puri, che seguono la linea della durezza, daranno la colpa a chiunque. Loro avrebbero fatto mari e monti – il mare c’è già e alle montagne ci ha pensato l’architetto Tognoloni -. Ma si sa che gli operatori di spiaggia cominciano ad avere forti dubbi sulle capacità dell’Amministrazione Ceccarelli. Quindi, se alla fine non si farà niente, la colpa sarà la loro e non dell’Amministrazione.

Intanto gli operatori balneari sono in mezzo a un guado, non sanno nemmeno cosa dovranno smontare. Manca infatti qualsiasi comunicazione da parte dell’Amministrazione, mentre per i bandi le diverse linee di pensiero all’interno del Comune, non riescono a trovare una soluzione (anche perché non c’è soluzione). I bandi erano stati annunciati per Giugno, poi per Agosto… ancora nisba. Aspettiamo il 14 di ottobre, di certo qualcuno piangerà, ma ci sarà anche chi si farà un bel po’ di risate.

La cosa strana è: com’è possibile che un Imperatore riesca a costruire un Impero, ma non riesca, insieme alla sua corte, a risolvere una questione importante per i suoi sudditi?

In tutta questa storia c’è una sola, assoluta certezza: la colpa di tutto è sicuramente dei Komunisti.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci

su "L’ULTIMO IMPERATORE"

Lascia un commento

il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.