L’ASSESSORE MICHELE NERI E IL PSC

Riportiamo il comunicato stampa dell’Assessore Neri sul PSC. Di seguito il nostro commento.

Preso atto delle prescrizioni della Provincia, che hanno fatto seguito alle controdeduzioni al Piano Strutturale Comunale prodotte dal Comune di Bellaria Igea Marina, ci si dirige a grandi passi verso al definitiva approvazione; un’intesa che, ovviamente, si intenderà rilasciata subordinatamente al rispetto delle prescrizioni tecniche prodotte dalla stessa Provincia.

Occorre precisare che tali prescrizioni, comunque, fanno salvo l’impianto del Piano nelle sue linee essenziali, ad eccezione ad esempio delle previsioni di nuovi insediamenti produttivi e terziari nella fascia di territorio compreso fra le due statali. Tuttavia, è bene ricordarlo, tale stralcio non inficerà gli accordi urbanistici in itinere con le proprietà interessate agli ampliamenti e ai trasferimenti, o comunque interessate da accordi sottoscritti anticipatamente all’approvazione definitiva del Piano. Viene inoltre confermato quel positivo impianto urbanistico messo in moto dall’Amministrazione, che ha consentito le numerose ristrutturazioni di questi anni lungo la fascia turistica; non di meno, viene accolto il cambio di rotta strategico su cui l’Amministrazione punta per la Zona Colonie, che dovrà rinascere come area destinata a un turismo sostenibile e immerso nel verde.”

Pertanto, paiono ancora una volta fuori luogo i giudizi avanzati dal Pd in ordine a una bocciatura totale del Piano strutturale, giudizi atti, così sembra, a seminare inutili preoccupazioni in coloro i quali intendano investire sul nostro territorio. Prendiamo atto della smania del principale partito d’opposizione, che vorrebbe accreditarsi come fonte privilegiata in merito all’interlocuzione tra Comune e Provincia, suggerendo tuttavia maggiore equilibrio nei giudizi e maggiore precisione nelle informazioni affidate alla stampa.”

Il primo punto è addirittura sconvolgente: si afferma che molto celermente (dopo otto anni! Ndr.) si andrà alla sua approvazione. Bene benissimo, anzi, male, malissimo, poiché all’improvviso l’Amministrazione afferma che si devono rispettare i piani sovraordinati. Ma va’!.. Pensavano sul serio di poter fare come gli pareva? Un sentito grazie al vice sindaco Roberto Maggioli, il quale, grazie alla sua immensa preparazione urbanistica, “non prendeva lezioni da nessuno”.

Il secondo punto è molto fantasioso: la Provincia boccia l’outlet e gli insediamenti produttivi tra le due statali, e l’Assessore dice che non cambia niente… Alla faccia del bicarbonato di sodio! (come diceva Totò) Poi prosegue affermando «che viene confermato l’impianto urbanistico». Sembra quasi un subliminale messaggio per tranquillizzare i grandi elettori palazzinari, che le promesse elettorali a loro dedicate saranno mantenute. Insomma, quasi un “profumo” di voto di scambio.

Anche sull’aspetto riguardante le ristrutturazioni edilizie nella fascia turistica, si dice che non cambia niente. Boh, forse l’Assessore sta guardando un altro film. Confermato? Ma se sono tutti interventi fatti in deroga e già eseguiti… Cosa doveva fare la provincia dare l’ordine di demolirli?

Nel terzo punto se la prendono con il PD e con la stampa, i quali, pur agendo separatamente, vengono accomunati. È normale: chi non sta con l’Amministrazione è un sovversivo

L’Amministrazione sostiene legittimamente le sue tesi ma, al tempo stesso, dovrebbe dar conto di otto anni buttati al vento portando a casa il risultato minimo e contemporaneamente speso fondi pubblici pagando un studio tecnico, che alla fine ha completamente sbagliato il progetto del PSC.

Caro Assessore Neri, Lei ci ha provato a trasformare l’acqua in vino… lasci perdere l’urbanistica e si dedichi alla sua professione di avvocato, per il bene di tutti… e anche per il suo.

P.S. Il contributo fotografico è stato preso in prestito dalla pagina dell’Assessore.

Riproduzione riservata copyright Belligea.it


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci