GP di Monza: Silver Sunday.

Una vera e propria “silver sunday” ieri a Monza con la doppietta AMG ma c’era da aspettarselo visto che la Mercedes a Spa aveva omologato la 4a versione della powertrain 2017 – precludendosi ulteriori sviluppi da qui alla fine del Campionato – cosa che però le consente di consumare ancora 1,2 kg di olio da miscelare alla benzina contro i 0,9 kg degli altri. Vittoria facile con un asso calato proprio a casa della Ferrari che dal canto suo ha cercato di ottimizzare al massimo il risultato senza prendere rischi di alcun genere, avendo, a differenza della Red Bull, come ottica il campionato e non una singola gara

Proprio per tali motivi la Scuderia non ha voluto osare un assetto aerodinamico “estremo” come la Red Bull ma conosciamo fin troppo bene il valore del telaio di Newey che oltretutto a Monza si esalta grazie alla down-force del corpo vettura permettendo al motore Renault ( forse non proprio tutto Renault ) di battere le Rosse in velocità massima.

Buona gara di Vettel, specie nel finale dove ha lasciato avvicinare Ricciardo fino a poco meno di cinque secondi, risparmiando le gomme, per tirare poi negli ultimi 3, 4 giri. Ma altresì grandissima prestazione di un grande Ricciardo – eccezionale il sorpasso su Kimi – che partito dalle retrovie quasi riesce ad agguantare il podio mentre il suo compagno continua a fare a ruotate con tutti: un gran talento ma mentalità da DTM.

Dietro Kimi, quinto, abbiamo, nell’ordine: Ocon, Stroll, Massa e Perez. Sia le Force India che le Williams montavano l’ultima evoluzione del motore AMG e hanno a lungo battagliato tra loro. Infine consideriamo che molti dei record battuti dalla Mercedes e da Hamilton sono frutto di questo strano (?) regolamento FIA scritto da Ross Brawn e a cui tutte le squadre hanno sconsideratamente aderito, ritrovandosi per tre anni a non poter sviluppare i propri motori ibridi se non usando una manciata di gettoni, regola assurda che va contro lo spirito della massima espressione del Motorsport.

Comunque se la F70 va o non va lo sapremo, come ha detto Niki Lauda, ad Abu Dhabi. Una corsa non fa un campionato.

 


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Massimo Scalzo

su "GP di Monza: Silver Sunday."

Lascia un commento

il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.