IL SEMAFORO

dav

Poco meno di tre mesi fa, il semaforo posto all’altezza del camping Riccardo è stato praticamente abbattuto da un mezzo.

Da allora il Comune non ha ancora provveduto alla sua sostituzione. Quel punto della litoranea è particolarmente trafficato e pericoloso. Lì si trovano, appunto, il camping Riccardo, la nuova area sosta per camper Portomario, un distributore di benzina, un ristorante e la fermata dell’Atac. Il tutto in pochi metri.

Circa un mese fa, in Consiglio comunale, a precisa domanda su quando sarebbe stato riposizionato il semaforo, il Sindaco Enzo Ceccarelli in persona ha risposto: «I tecnici stanno decidendo come ricollocarlo». È passato un mese e il semaforo ancora non è stato ricollocato, e nemmeno sono state riverniciate le strisce pedonali, che adesso praticamente non si vedono.

Siamo al 20/07/2017, cosa aspettano per rimontarlo, che finisca l’estate? O che, Dio non voglia, succeda qualcosa? Il disagio per i turisti è notevole, come è ben noto la strada è molto trafficata.

Non è possibile credere che i tecnici ci mettano quasi tre mesi per ricollocare un semaforo. Mancano i soldi per un semaforo, oppure è una precisa volontà politica?

Il pericolo permane e niente si muove. Di certo in Comune sono impegnati in altre faccende più “scottanti”, per perdere tempo dietro a un semaforo.

«E’ pericoloso? Che i turisti si arrangino, tanto arrivano lo stesso. Che ci frega di un semaforo in una zona depressa?!»

E c’è ancora chi va dicendo che loro si adoperano ogni giorno per la città mettendoci la faccia. Benissimo, fuori il nome del responsabile di questa mancanza.

Riproduzione riservata copyright Belligea.it


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci