… E LA LUNA BUSSO’

… E la Luna bussò… alla porta di Forza Italia, ma il silenzio trovò e allora se ne andò.

Questo quanto dichiarato nel comunicato della maggioranza:

  • Non è più tollerabile la deriva presa da chi ha deciso di arrampicarsi sulla delicatezza della situazione sostenendo, di fatto, che le leggi possano essere ignorate, come se fosse legittimo pensare di violare le regole senza poi doverne rispondere. Un crescendo che ha prodotto risultati talvolta spiazzanti, si pensi alla sovraesposizione mediatica di chi ha finito per autodenunciarsi.

Molto interessante la parte sottolineata, giacché in maggioranza (forse) ignoravano che il loro beneamato Sindaco Enzo Ceccarelli, fosse tra quelli che da anni “ignorava le leggi come se fosse legittimo violare le regole senza doverne rispondere”. Ma lui, il Sindaco, si è autodenunciato?

Sempre a proposito di chioschi: vorremmo capire se non vi sembri un paradosso voler abbattere i chioschi esistenti, volere le fideiussioni, volere un atto unilaterale di demolizione, per poi rilasciare una autorizzazione temporanea per un nuovo chiosco. Non è una questione con la proprietà del nuovo chiosco, di certo non vogliamo togliere il lavoro a chi di questi tempi ha il coraggio d’investire, anzi. Ci domandiamo soltanto come mai questa disparità di trattamento.

Riguardo le irregolarità, bastava semplicemente dire «non siamo in regola aspettiamo la legge di recepimento della direttiva Bolkestein. Dal giorno dopo si investe e si sana, e non vi saranno deroghe», invece di scatenare un bailamme burocratico e mediatico da cui non riescono ad uscire.

A chi giova tutto ciò? Chi trae beneficio da tutto questo? C’è da domandarsi perché solo da noi c’è questo casino. Se non c’è una strategia siamo sicuramente in mano a degli amministratori impreparati. Ci auguriamo che qualcuno faccia emergere che ci troviamo di fronte a una follia.

Con questo comunicato la maggioranza – Forza Italia, Obiettivo Comune, UDC, AP – fa fronte comune e legittima ancora una volta Ceccarelli, almeno sulla carta. Forza Italia, che a livello nazionale si dichiara contraria alle aste, la smetta di fare il gioco dei bussolotti. O li sconfessa apertamente buttandoli fuori dal partito, o è d’accordo con loro. Questo è bene che venga chiarito al più presto. Oppure stiamo parlando di due partiti diversi?

In definitiva la maggioranza fa solo una replica politica parlando esclusivamente dell’estate 2017 (come se il mondo finisse al 15 ottobre), tralascia invece il vero problema le aste. Forse non sanno cosa dire, sono a corto di argomenti? Cosa aspettano a fare chiarezza su questo cruciale punto?


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci