LA SPIAGGIA SECONDO CECCARELLI

La spiaggia secondo Ceccarelli (rappresentata nella foto) è indubbiamente una spiaggia da godere in piena libertà, tale a come la anelano i naturisti.
Senza ombra di dubbio molto intrigante, ma… L’avventura non piace molto ai turisti metropolitani che, almeno in vacanza, vogliono godere degli agi che le spiagge attrezzate possono offrire, coccolati e vezzeggiati dai nostri balneari.

La spiaggia secondo Ceccarelli ha poi un altro grave difetto: non porta reddito a nessuna delle attività cittadine. Diventeremo anche noi migranti?

Ceccarelli è stato senz’altro mal consigliato, ma lui ci ha messo anche del suo, tanto del suo… Troppe viscide sanguisughe strisciano nella sua corte e queste, quando vedranno segni di anemia, lo abbandoneranno senza provare pietà.

Avevamo avvertito il Sindaco Ceccarelli che i politici sono da considerarsi avventizi, cioè che se oggi vengono glorificati, domani potrebbero venir messi al rogo. Forse Enzo è stato vittima dell’illusione ed è caduto nella vanagloria che gli ha fatto ritenere di poter disporre di ogni cosa a suo piacimento.

Ha commesso l’errore tipico di chi, chiamato a un difficile compito, cade nell’inganno degli adulatori, che con le loro melliflue lusinghe gli lasciano credere di essere veramente idoneo, anzi, il più idoneo, per ricoprire quel ruolo.

Presto quel sogno divenuto illusione svanirà, una città per otto anni sedata e illusa da fantascienze di una “grandeur” inesistente, si sveglierà e non sarà un bel risveglio.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci