L’IMPERO PERDUTO

La storia, si sa, è fatta di corsi e ricorsi.

Potremmo tranquillamente paragonare il Kaiser a Nerone, il quale, secondo la leggenda, per rifondare Roma la incendiò.

Il Kaiser Imperatore, per rifare le spiagge, ha dato fuoco alla sabbia.

Il nostro Signore Supremo delle Terre di Donegallia, mai sortito dal suo Regno di coloniche origini, ha posato gli occhi sull’Impero delle spiagge… e con lui, i suoi amici locandieri.

E’ probabile che il Magnifico Kaiser sia giunto a lambire i confini del Mondo conosciuto e, forse, anche oltre…

Dunque, il prossimo Reggente del Mondo, ha sì appiccato fuoco alla sabbia, ma, ahinoi, non sa come spegnere l’incendio. E tanti sostenitori s’allontanano, i consensi precipitano. Questo getta nello scompiglio la maggioranza e, di conseguenza, tutto il Centrodestra.

E’ possibile che le conseguenze dei suoi atti da “Impero del Male”, conducano alla fatale caduta del suo Impero? Non vorremmo che la sua prossima carica possa scivolare in una anonima “Presidenza di condominio”.

Da cosa possiamo percepire l’immantinente pericolo?

I già citati sommessi sussurri, divenuti grida, sui malesseri della maggioranza, si amplificano. Ultimo significativo segno lo si coglie nelle numerose assenze in CC dei Consiglieri di maggioranza sul voto di bilancio, quando normalmente, su questa voce, tutte le Amministrazioni fanno fronte compatto.

Quando si concretizzerà qualcosa di prevedibilmente imprevedibile, e la nave del Kaiser comincerà ad affondare, i topi fuggiranno, ma sarà ormai troppo tardi per conservare credibilità alle prossime elezioni. E’ ora che dovrebbero sganciarsi e farlo cadere. Ma non avverrà, così potranno solo salvarsi dal naufragio, ma risulteranno dispersi.

Ma quanti sono gli scheletri nel capace armadio della maggioranza? Quanti lo sostengono per convenienza? Un esempio? C’è un solo studio tecnico in grado di garantire l’approvazione di un progetto, come pure il suo finanziamento…

Si ha l’impressione che siano quegli scheletri a costituire la corazza con cui questa Amministrazione tira penosamente avanti, resistendo barcollante agli ultimi duri colpi. L’Impero si sta disgregando, sempre che Impero sia stato.

Ricordate Mussolini? Consentiva ai suoi fedelissimi fare tutto ciò che volevano, speculazioni, truffe ecc. per poi poterli ricattare e imporre la sua volontà. Entrambi gli imperi poggiano su piedi d’argilla.

Nere nubi si addensano sull’Impero, il Kaiser potrebbe finir confinato nelle buie segrete della Torre Saracena, vera fortezza dalla quale nessuno è mai sfuggito? A quel punto i suoi intrepidi (si fa per dire) Vassalli, Valvassori, cicisbei, dame di corte e giullari, resteranno fedeli all’Imperatore?

Potrà venire a lui concesso il solo cedere la cavalcatura per ritirarsi in solingo romitaggio nelle sue terre?


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci