LETTERA APERTA A PIZZOLANTE

Caro Onorevole,

la sua determinazione nel voler districare la situazione dei balneari italiani le fa certo onore.

Ci sarebbe solo da capire come mai, in una realtà dove il suo partito sostiene un’Amministrazione proiettata nella realizzazione dei bandi prima della legge nazionale, il suo operato non venga minimamente preso in considerazione.

Nella serata di Bellaria, Lei ha detto chiaramente che la transizione a cui state lavorando non può essere da una parte eterna e dall’altra inesistente.

Perché a Bellaria il suo partito sostiene implicitamente questa seconda posizione?

Non è neppure immaginabile che una personalità politica del suo calibro, possa essere annichilita dal nostro Sindaco Enzo Ceccarelli.

Una parte delle forze politiche che lo sostiene fa riferimento a Lei, mentre a Rimini Lei ha sostenuto la parte opposta, cioè Gnassi. Come spiega questa contraddizione? On. Pizzolante, da ex socialista lei ha di certo subito le politiche andreottiane dei due forni, ora invece sembra aver tratto insegnamento da quelle politiche spregiudicate del divo Giulio, salvo il fatto che entrambe le giunte di Bellaria (il suo primo “forno“) e quella di Rimini (il secondo), sembrano non seguirla nella importante battaglia che sta facendo a livello nazionale.

Ci ha stupito la mancanza assoluta di un suo giudizio sulla fuga in avanti di Ceccarelli e la sua Giunta, che hanno creato un clima di paura e di incertezza nella nostra città.

Tutto ciò rappresenta uno schiaffo a quello che lei sta facendo.

La domanda è spontanea: come può sostenere schieramenti diversi ed entrambi su posizioni contrastanti con la sua sulla questione delle spiagge?

Caro Onorevole sorvoliamo, se vuole, sul suo sostegno a due governi cittadini di così diversa estrazione, ma le pare possibile che in nessuno dei due casi la ascoltino? E’ vero che l’Italia è oramai tripolare, ma riteniamo davvero difficile immaginare che le sue posizioni vengano accettate dal M5S. A ripensarci bene, è proprio un’Amministrazione di quella parte politica presente nella nostra Provincia (il Comune di Cattolica) che è convintamente sulle sue posizioni. Nemo propheta in patria…

Ghino di spillo”


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci