Aria nuova in F1?

Non penso che la maggior competitività mostrata dalla Ferrari 2017 nei test invernali sia dovuta all’allargamento delle gomme, parametro per tutti uguale, nè nella maggior altezza da terra ( 1 cm ) o nel passo intermedio tra quello della RBR e quello della MB, anche se questi due ultimi fattori forse potrebbero avere una certa influenza. Piuttosto ritengo che il chiarimento della FIA sull’uso di sospensioni in grado di accumulare energia per poi rilasciarla in seguito sia stato determinante.

Infatti la RBR ha richiesto a sua volta alla FIA maggiori delucidazioni le quali, alla vigilia dei test invernali, hanno stabilito cosa non è possibile fare con le sospensioni, bandendo di fatto il sistema della RBR: questo si basava sull’accumulo di energia ( rollio ) in curva per rilasciarlo nei rettilinei per alzare la parte anteriore con evidenti benefici in velocità massima e consumi. Esaurito l’effetto in curva la RBR si ripresentava con il classico assetto picchiato. E infatti nella simulazione di gara durante i test invernali, a parità di gomme su 55 giri, Vettel ( Soft-Soft-Medium ) ha dato un secondo al giro a Ricciardo ( S-M-S ) il che equivale a un minuto abbondante in un Gran Premio.

Regolamento FIA 2017 per le sospensioni:

1) un sistema che modifichi la reazione della vettura in seguito a una accelerazione, verticale o laterale;
2) un sistema che stabilisca un legame diretto tra il controllo dell’altezza minima da terra e la frenatura o il cambiamento di direzione;
3) un sistema che controlli l’altezza della massa sospesa (in opposizione a un dispositivo che a questo reagisca);
4) un sistema che immagazzini dell’energia per un ulteriore impiego;
5) un sistema che unisca gli elementi di controllo del beccheggio a quelli di controllo del rollio.

Diverso, sembra, il sistema MB che accumulava energia dalle asperità dell’asfalto per rilasciarlo in curva per ottimizzare beccheggio e rollio ma anche questo sistema è, alla luce del chiarimento FIA, illegale. Non è un jkistero che alla fine della prima sessione dei test la FIA ha invitato una squadra a rivedere i propri sistemi sospensivi… e certo non si trattava della RBR che aveva richiesto chiarimenti prima dei test.

Questi sistemi sono stati usati nel 2016 ma solo su richiesta della Ferrari, a dicembre 2016, la FIA si è mossa… mi domando quale valore abbia avuto il Mondiale 2016 alla luce di questi fatti ma spero che a Maranello smettano di farsi prendere per il “noise” dai soliti interpreti del regolamento, qualunque essi siano. Chissà. forse che adesso a dirigere il baraccone ci sono gli americani ed Hembery è stato sostituito da un italiano ( boccaccia mia statti zitta… ) forse si starà più attenti allo spirito del Regolamento.

 

 

 


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Massimo Scalzo