PESCHERIA, I GIOCHI SONO FATTI

Hanno atteso il pomeriggio, quando ai banchi non c’era nessuno, per inviare gli operai a togliere la copertura della pescheria del porto.

A quanto sembra, si sta anche facendo di tutto per impedire la vendita direttamente dall’imbarcazione. I nostri pescatori saranno fieri di appartenere all’unico comune dove questo non si può fare.

Così l’arroganza della OP e dell’Amministrazione, per il momento, hanno vinto.

Le parole dettate da Bellavista e suffragate dai suoi lacchè, in pratica, suonano così: “Tu, ottuso pescatore sei troppo ignorante per capire, lascia decidere noi, che sappiamo qual è il tuo bene“.

Ma poi il ruolo di Bellavista non è quello di direttore del mercato ittico? Cosa centra con la demolizione della vecchia pescheria? Adesso è Bellavista che decide le politiche dell’amministrazione? Alla OP non bastano gli ottocentomila Euro spesi per costruire il mercato ittico, dove la stessa paga un affitto di soli 1.550,00 all’anno, vogliono anche il totale controllo della pesca bellariese, con quale diritto?

Ci ricorda qualcosa, ma lasciamo perdere. E resta sempre quell’egemonia di pochi, pagata da tutti i cittadini bellariesi.

Chissà se è vero che il tempo è galantuomo? Vedremo.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci

su "PESCHERIA, I GIOCHI SONO FATTI"

Lascia un commento

il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.