Test Barcellona/2 2015.

Alla fine dei test precampionato vi è un’unica certezza… l’incertezza. L’AMG si è nascosta, dicono tutti, ma non ha potuto nascondere qualche imperfezione nella perfetta powertrain.

Mentre le Rosse non solo sono sempre rientrate ai box con le loro ruote, ma rotture vere e proprie non ne hanno avute e come controprova abbiamo il comportamento della C34 che ha macinato chilometri su chilometri. Strano che l’AMG non abbia usato le gomme supersoft e mi domando se si è trattato di una scelta per non schiacciare la concorrenza oppure il fatto che la W06 genera molto carico – ampiamente compensato dal potente propulsore – e quindi mangia, per così dire, questa mescola. C’è da sperare che abbiano utilizzato la loro supposta “magica” benzina perchè per ora le Williams non sembrano molto distanti: questo vorrebbe dire che le due Merc. potrebbero subire una pressione che l’altr’anno hanno subìto ben poche volte. Come avevo scritto il 27 febbraio, il regolamento è molto vincolante quindi esiste un tetto che per ragioni anche fisiche non è possibile superare, per cui domandiamoci se sono arrivati al tetto o manca ancora un poco di evoluzione. Ferrari… mistero rosso, ma fino a un certo punto: la Scuderia ha svolto un intenso lavoro su tutte le componenti della monoposto e sulle gomme, la cui gestione nel corso dei vari GP sarà una dominante, riportando a Maranello un pacco di dati che verranno attentamente analizzati sia virtualmente, sia nella galleria del vento, sia sul banco dinamico. E se da un lato abbiamo un Kimi ritrovato, dall’altro abbiamo un Vettel che lavora con e per la squadra, cosa che mancava a Maranello da svariati anni. Decisamente sottotono le RB ma più a causa dell’Energy rinnovato che del telaio… se risolvono questo problema diventeranno un cattivo cliente specie con DR alla guida ( senza nulla togliere al compagno, ma in gara è tutt’altra cosa che provare ). In fondo alla lista l’elettrizzante MP4-30 bella quanto volete, ma afflitta da tanti di quei problemi… non pervenuta, in due parole. E se non bastassero i problemi della powertrain, c’è anche quello della prima guida che, a quanto scrive El Mundo, ha chiesto chiarimenti alla scuderia, perchè non è soddisfatta della spiegazione ufficiale del forte vento in pista: “L’entourage del driver iberico sospetta che possa essere stata un’avaria meccanica o una scarica elettrica legata al malfunzionamento dei circuiti della vettura a causare l’uscita di pista alla curva 3: una ipotesi finora negata dal team principal Eric Boullier.” Avevo sospettato una folgorazione metaforica per tirarsi fuori dal guaio in cui si è cacciato, ma adesso sospetto di più che Fernando si sia preso una bella scarica attraverso il volante, il che spiegherebbe i misteri sulla dinamica dell’incidente e dei 15 ( o 30?) G a  105 chilometri orari e con un impatto che più laterale non poteva essere. ( massimo scalzo )

Pos Pilota Scuderia

Tempo (gomma)

Distacco

Giri

1

Nico Rosberg Mercedes

1:22.792 (s)

254

2

Lewis Hamilton Mercedes

1:23.022 (s)

+0.230

124

3

Valtteri Bottas Williams-Mercedes

1:23.063 (ss)

+0.271

179

4

Felipe Massa Williams-Mercedes

1:23.262 (ss)

+0.470

206

5

Kimi Raikkonen Ferrari

1:23.276 (ss)

+0.484

216

6

Sebastian Vettel Ferrari

1:23.469 (ss)

+0.677

272

7

Felipe Nasr Sauber-Ferrari

1:24.023 (ss)

+1.231

300

8

Carlos Sainz Toro Rosso-Renault

1:24.191 (ss)

+1.399

218

9

Romain Grosjean Lotus-Mercedes

1:24.200 (ss)

+1.408

191

10

Marcus Ericsson Sauber-Ferrari

1:24.276 (ss)

+1.484

245

11

Max Verstappen Toro Rosso-Renault

1:24.527 (ss)

+1.735

224

12

Daniel Ricciardo Red Bull-Renault

1:24.638 (s)

+1.846

200

13

Nico Hulkenberg Force India-Mercedes

1:24.939 (ss)

+2.147

235

14

Sergio Perez Force India-Mercedes

1:25.113 (ss)

+2.321

130

15

Kevin Magnussen McLaren-Honda

1:25.225 (s)

+2.433

39

16

Jenson Button McLaren-Honda

1:25.327 (ss)

+2.535

138

17

Daniil Kvyat Red Bull-Renault

1:25.947 (m)

+3.155

159

18

Pastor Maldonado Lotus-Mercedes

1:26.705 (s)

+3.913

176


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Massimo Scalzo