Schumacher: l’anno che verrà.

Ciao Michael. Da qualche tempo giungono piccole buone nuove e, paradossalmente, la persona di cui più mi fido è Jean Todt, che è stato ed è al tuo fianco, quasi quanto la famiglia e Sabine. In Ferrari, ritornata la squadra che tu trovasti nel lontano 95, c’è aria nuova: è arrivato un giovane tedesco che tu ben conosci, che era tra il pubblico assiepato a Fiorano quando provavi,  e che si dice sappia lavorare con la squadra, con la capacità di saper chiedere ciò che vuole per raggiungere i risultati e ottenerli come te, che con tutti i tuoi uomini, dall’ingegnere al meccanico che lucidava la carrozzeria, hai sempre condiviso sconfitte e vittorie. Ci vorrà del tempo e questo a te non manca, ma ti auguro con tutto il cuore che tu possa essere  presente in pista il giorno in cui la nuova Rossa n°5 salirà sul tetto del mondo. Come con te, allora. In attesa di quel giorno, auguri di Buon Anno Campione.

schumacher


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Massimo Scalzo

su "Schumacher: l’anno che verrà."

Lascia un commento

il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.