La solita “mano di porporina”

 

sfigattiAvendo pubblicato tempo fa una amara lettera dell’ex Presidente dell’associazione “Gli Sfigatti” in cui lamentava gli scarsi contributi dell’Amministrazione all’importante operato dell’Associazione ed avendo poi appreso che, lo stesso, a causa di questa era stato invitato a presentare le dimissioni “per non causare alla stessa problemi di eventuali ritorsioni da parte dell’Amministrazione.”

Leggo poi, nell’ultimo numero de “Il Nuovo” quanto idilliaca sia la collaborazione dell’ Associazione con l’Amministrazione e quanto questa sia collaborativa e munifica, al punto da regalare anche una casetta per il ricovero dei gatti.

Contatto l’ex Presidente dicendogli che a giudicare da quanto riportato la sua lamentela e le sue dimissioni hanno avuto, comunque, un esito positivo, ma aggiungo che non mi fido di quanto scritto sulla “Pravda” locale conoscendo bene l’evidente partigianeria del suo direttore.

Mi risponde che non ne vuole sapere più nulla e che, per non entrarci più in nulla, ha anche disattivato il suo profilo Facebook, anzi, forse l’essersi cancellato dal Social Network e il non essere più presidente sono stati i risvolti più positivi.

Mi dice che i soldi non ci sono e che ormai provvede a sue spese all’acquisto degli alimenti per i randagi e anche i viaggi per le sterilizzazioni sono a suo carico, che anche le socie fanno altrettanto, quello che gli preme è il benessere degli animali, il resto ormai è una questione che, per quanto lo riguarda, è chiusa.

Va bene, ma almeno la casetta ve l’hanno regalata.

“Mah” – risponde – “so che la dovevano demolire e ripulire la zona, l’abbiamo spostata a nostre spese e il terreno l’ho ripulito con le mie mani caricando i materiali che ingombravano il terreno sul mio furgone e provvedendo io stesso a smaltirli… per quanto ne so, abbiamo fatto noi un piacere all’Amministrazione, facendole risparmiare le spese e i lavori di rimozione e pulizia, certo che la casetta ci serviva e averla trovata pronta è stata una bella cosa… diciamo che è stato un fifty fifty.”

Il contributo per l’Associazione è sempre di 3000 Euro che, in un anno, coprono una minima parte delle spese che sostengono.

Ma ribadisce che non ne vuole più sapere di problemi amministrativi e finanziari e che ora fa quello che può.

Ma mi informo io e scopro che ben altre somme vengono devolute al comitato della Borgata, ai carri di carnevale, ecc.

Non voglio infierire per rispetto all’invito di non farlo dell’ex presidente, ma, come sospettavo, una bella “mano di porporina” alle notizie che riguardano l’Amministrazione, “Il Nuovo”, come al solito, la dà sempre.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci