BUCCI, MS5, PARTITO DEMOCRATICO

Unire le forze per il cambiamento

Siamo in un totale caos. La destra bellariese nicchia su Filippo Giorgetti candidato sindaco (ma qual è l’alternativa?…), la Lega prova a fare la voce grossa spinta dal generale consenso, ma la politica nazionale è una cosa, quella locale un’altra. Del resto, da noi, chi ha la lega di presentabile: Mauri? Non ci sembra un gran leader.

Per ora le idee stanno a zero, il loro sbandierato 30%, a Bellaria se lo sognano.

Il Patto Civico (Pizzolante) ha marginalmente funzionato a Rimini, ma qui non ci sembra in grado di contare qualcosa. L’UDC, con il suo 12%, come sempre farà la differenza ma, ahimè, è fin troppo legata al mondo cattolico, che altera il dibattito civile facendo leva sulla fede dei credenti.

Ma il titolo parlava d’altro. Il PD è in caduta libera a causa di diversi malcontenti. A sentirli in privato dicono chiaramente che tutto è bloccato da Nando Fabbri (qui vi rimandiamo all’articolo: http://www.belligea.it/2019/02/17/quando-abdichera). Sembra sia impossibile un’alleanza tra il PD e Bucci. Il PD è alla ricerca di un candidato credibile tra le sue fila, ma finora sembra che nessuno sia gradito a Nando, e si racconta che il PD vorrebbe appoggiare un candidato esterno.

Queste però, al momento, sono solo chiacchiere. Probabilmente Bucci è inviso a Nando, sul perché potrebbero scorrere fiumi di parole (Jalisse permettendo) da scrivere. Un’ipotesi è quella che Bucci, al tempo di Nando sindaco, fosse un suo oppositore, quindi potrebbe pensare: «Perché dovrei fargli fare carriera?» Questo potrebbe essere il suo pensiero, ma avrebbe anche la certezza che Bucci non sarebbe un pupazzo ai suoi ordini.

Con l’apertura di Di Maio alle liste civiche il MoVimento 5 Stelle potrebbe appoggiare la Lista Bucci, che allo stato attuale pare un candidato competente, credibile e preparato. Forse è partito troppo presto e appare anche troppo spesso sui giornali. Soprattutto dovrebbe cercare di farsi conoscere meglio frequentando la gente senza parlare solo di politica. In una città come questa le persone vogliono capire chi è la persona; il politico viene dopo.

Ma di certo, se davvero il PD e l’M5S vogliono battere il centrodestra, dovrebbero fondare una Santa Alleanza appoggiando entrambi Bucci e la sua lista.

Sono molti coloro che sono scontenti dell’amministrazione Ceccarelli, anche tra chi lo ha votato, ma certamente devono avere davanti un’alternativa forte, credibile e rappresentativa per poter convincerli a votarla. È necessario analizzare il momento storico e guardare avanti.

Sappiamo bene che queste due forze politiche si guardano in cagnesco, ma se si vuole il cambiamento, come entrambe sostengono, allora l’interesse superiore deve essere per la città, e non per le diatribe di partito o, peggio, personali.

Al centrodestra diciamo solo che noi speriamo in un sindaco illuminato, che non prosegua la disastrosa politica di Ceccarelli e faccia pulizia dei boiardi che erano alla corte del Kaiser.

Non tifiamo per nessuno, ma osserviamo e deduciamo.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci