L’AZZECCAGARBUGLIO

Comunicato stampa del MoVimento 5 Stelle

Se Verdeblù è così convinta di essere dalla parte del giusto, forse, secondo il nostro pensiero, non dovrebbe minacciare querela, ma rispondere punto su punto pubblicamente e donare “dovuta verità” alle cronache locali, oltre a dover dare dovute conferme a chi li incarica con un cospicuo finanziamento della gestione turistica locale, in quanto deve dimostrare, in primis agli amministratori della città, di saper svolgere con efficienza quanto richiesto. Invece minaccia querela evitando di approfondire il dibattito pubblico. Poi vedremo se andrà fino in fondo.

Fondamentalmente delle questioni legate al diritto non ci importa, in quanto di parte, ma sull’aspetto della gestione pubblica riteniamo che a questo punto sia opportuno un chiarimento su quanto contestatogli, con tanto di documentazioni comprovanti, ogni singolo passaggio registrato negli scorsi giorni.

Sia ben chiaro, non è nostra intenzione imbastire un processo pubblico, ma appurare la verità dei fatti sembra quantomeno doveroso, visto l’importante ruolo in capo a Verdeblù nella sua partecipazione all’economia turistica della città. Un approfondimento che sarebbe opportuno, in quanto su alcuni aspetti sembra toccare, più o meno direttamente, anche l’attuale amministrazione.

È lecito quindi chiedere un confronto, richiesta che presenteremo sicuramente nel prossimo consiglio comunale, nella speranza che questa venga accolta. Avremmo in qualche modo apprezzato che questa azione emergesse con fare spontaneo, se non altro per il senso di responsabiltà che dovrebbe vedere anteporsi alla rivalsa, in virtù dell’impatto che Verdeblu ha sul nostro territorio.

Abbiamo avuto in questi anni poche, ma risolutive occasioni di contatto con la PR42, nel ruolo di gestore dell’area. Contatti duri, dovuti anche a una menzogna che ci vedeva protagonisti, come Movimento 5 Stelle, delle difficoltà di apertura dell’area e dei controlli da parte della Guardia di Finanza subiti dal gestore. Azioni mai partite da noi; chiunque abbia raccontato questo alle 2 persone che hanno gestito l’area, non solo ha mentito, ma si è anche dimostrato vigliacco!

In questi anni abbiamo riconosciuto una chiarezza di idee alla PR42, non si sono di fatto visti interventi dell’ambulanza per abuso di alcol da parte di minori, aspetto per noi fondamentale. Abbiamo riconosciuto, inoltre, una programmazione fresca e professionale degli eventi.

Nonostante tutto, in questi anni siamo stati costretti a continui accessi agli atti e interrogazioni, per capire come, nei fatti, si operasse sull’area, lamentando sempre risposte a nostro avviso poco eloquenti se non nulle, come di certo avrete potuto leggere su numerosi nostri comunicati apparsi in questi anni sulla stampa locale.

Alcune delle nostre perplessità troverebbero eventuale conferma nelle comunicazioni recenti della PR42, come i ritardi nelle aperture, la reale appartenenza di alcuni eventi organizzati e presentati in consiglio comunale, le problematiche relative alle certificazioni e alla licenza, e alcuni dubbi sulla struttura del chiosco. Il condizionale però è d’obbligo; quanto letto nei giorni scorsi è solo una campana a cui dare ascolto.

È per questa ragione che speriamo di poter avere un dialogo argomentato e documentato con la fondazione Verdeblù nella sede più opportuna. Al momento possiamo solo dire per certo che una critica va rivolta all’attuale amministrazione di maggioranza, in quanto, se invece di lamentarsi per le continue richieste di chiarimento (così come avvenuto anche in un recente consiglio comunale), gli amministratori si fossero fatti attenti osservatori, forse oggi non saremmo qui a discuterne. Riteniamo che questo atteggiamento, a nostro giudizio superficiale, sia parte integrante di questa situazione, che li renda in qualche modo responsabili.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci