È FINITA LA CAMPAGNA ELETTORALE DEL 2019

Che ne pensate voi: è finita?

Intendiamo la lunga campagna elettorale del 2019 che era iniziata subito dopo le elezioni del 2014. Ebbene sì: dopo quattro anni spesi a raccontare quanto sono stati bravi e lungimiranti i nostri amministratori e quanto cretini gli altri, è finita.

C’è l’ultimo editto sui lavori di programmazione triennale (sono sempre gli stessi da anni), in cui sono previste, come al solito, mirabolanti meraviglie come i 3,5 milioni per il lungomare, da pagarsi in gran parte da bagnini e chioschisti, i quali, udite udite, non vedono l’ora di sborsar soldi senza avere nessuna certezza sulle concessioni… Che dire? Noi non diciamo, dite voi…

C’è l’editto in cui si annunciano tanti lavori, alcuni dei quali partiranno certamente a primavera. Come al solito avremo i canonici lavori preelettorali. Vedrete, parleranno poco, quel tanto per dire: “vedete?, pensiamo sempre a voi…” Saranno i lavori a parlare per loro; insomma, una sbadilata di asfalto non la si nega a nessuno in campagna elettorale, per cui!

E gli altri contendenti? Suderanno sette camicie per farsi ascoltare, ma poco potranno contro la potente macchina da guerra che la destra metterà in campo. Già si parla di un accordo LegaForza Italia e altri minori (che in seguito non conteranno niente, ma al momento faranno numero). Quante liste metteranno in campo le destre?

Del resto stiamo parlando di politica, anzi, di partitica, spazio per gli umani ce ne sarà ben poco: programmi e promesse abbonderanno. Il dubbio è: saranno a beneficio dei soliti, oppure dell’intera città?


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci