GP di Spagna: una doppietta annunciata?

Spagna, il GP delle polemiche… ma senza polemizzare in alcun modo, direi che se la Pirelli vuole confondere le carte non facendo capire ai team come funzionano le gomme, bene ci stanno riuscendo benissimo in quanto non si capisce mai quanti giri può fare ciascuna mescola e perchè in vari casi la mescola più morbida è veloce come quella più dura. Misteri alchemici.

Ferrari dannatamente insufficiente e imbarazzante ( ma si può andare più forte con la mescola più dura? ) perchè dovranno spiegarci il secondo cambio gomme e soprattutto se non sono ricaduti nella finta del muretto AMG. E dovranno spiegare cosa è successo a Iceman: sono convinto che la Ferrari vada per quattro motori, aggiungendo la 4a powertrain in un GP dove si sorpassa facile, mentre l’AMG ci tiene moltissimo, come immagine, a usarne solo tre. Misteri tecnici.

E veniamo a Crash… pardon, Grosjean: per me è pronto per la pensione molto più di Iceman, ed a MadMax, alias Versbatten-contro-tutto-e-tutti che non si smentisce ma intanto acchiappa il terzo gradino mentre Ricciardo, velocissimo annaspa alle spalle di Vettel… Vettel in modalità drive-saving dopo quaranta giri di speranza andata in fumo… tipo il motore di Raikkonen, quasi. Che sia colpa dei nuovi – illegali – specchietti che magari non convogliavano bene l’aria verso l’airbox? Certo bene ha fatto bene l’AMG che non ha cambiato nessun particolare aerodinamico o microaerodinamico: con gomme diverse non devi cambiare nulla, altrimenti se la macchina non va non capisci – subito – cosa non ha funzionato. Misteri mescolati.

Pirelli e i cambi di pneumatici in corsa: possiamo dire quello che vogliamo, possiamo essere tifosi degli uni o degli altri, ma lo hanno detto un pò tutti, addetti ai lavori ed addetti ai livori: “Non si cambiano le regole in corsa”. E se per un qualsiasi buon motivo devi mettere mano alle gomme, devi parlarne ai team, non comunicarlo e basta, e possibilmente devi permettere ai team di conoscere queste nuove gomme. Misteri misteriosi ( o forse no…)

Si torna a Montecarlo, adesso e alle vecchie gomme: se sulla roulette Pirelli non esce il Rosso(Ferrari) sono dolori per Maranello.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Massimo Scalzo