GP di Baku: tori scatenati.

Un altro GP dove a decidere le sorti è stata ancora la safety car, intervenuta a inizio e fine gara, rivoluzionando completamente il risultato e sul gradino più alto del podio è tornato Lewis Hamilton, baciato dalla fortuna nell’ultimo giro, quando a Bottas, leader davanti al britannico, scoppia la gomma posteriore destra a causa di un detrito. Podio anche per Kimi Raikkonen e un felicissimo Sergio Perez. Gara decisamente sfortunata invece per un ottimo Vettel, che ha commesso un errore fatale sul finire della corsa, chiudendo così quarto. Alle sue spalle Sainz, Leclerc, Alonso, Stroll, Vandoorne e Hartley.

Al via Vettel scatta bene dalla pole, Hamilton ha a sua volta un buono spunto ma mantiene la posizione, così come Bottas, Ricciardo, Verstappen e Raikkonen dietro di lui. Passano tutti indenni alla prima curva ma alla seconda sono in troppi a voler primeggiare: Ocon si lancia su Raikkonen, al primo tentativo non succede nulla ma poi il contatto è inevitabile. Gara finita per la Force India, mentre Kimi deve rientrare ai box per cambiare il muso danneggiato (e anche le gomme ). Dentro la safety car. Scontro anche tra Alonso e Sirotkin, con la Williams costretta al ritiro e la McLaren che arriva ai box in stile MotoGP… su due ruote ( quelle di destra ), ma riesce poi a ripartire.

Il primo vero colpo di scena si ha al 40° giro quando Verstappen rientrato davanti a Ricciardo dopo il cambio gomme, nel difendersi dall’incalzante Daniel si muove un po’ troppo e il contatto è inevitabile. Doppio ritiro in casa Red Bull e pista è invasa dai detriti: entra di nuovo la safety car. Nello scaldare le gomme Grosjean, che aveva selezionato male il ripartitore di frenata, finisce contro le barriere. Ritiro anche per lui, camion in pista e la safety prolunga la sua corsa fino a tre giri dalla fine: la gara è ancora tutta da giocare.

Hamilton si lancia su Vettel e Kimi si getta nella mischia. Il tedesco commette un bloccaggio nel tentativo di prendere la posizione a Bottas, finendo con le gomme spiattellate! Passa Hamilton e passano anche Raikkonen e Perez. Ma il vero colpo di scena arriva un giro dopo, quando Bottas colpisce un detrito e termina la sua corsa all’ultimo giro. Hamilton va a vincere il GP dell’Azerbaijan davanti a Raikkonen e Perez.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Massimo Scalzo