SCANDALO AL CONSIGLIO COMUNALE DI BELLARIA

Un pazzo (il sottoscritto) tra il pubblico, prende abusivamente la parola e inveisce contro i trucchi della maggioranza.

Tutti sappiamo che al pubblico è vietato intervenire durante il Consiglio, ma quando la misura è colma, la pazienza scappa anche ai santi. Che in ogni caso, e per loro fortuna, non sono presenti in Consiglio comunale.

Veniamo ai fatti. Alla fine di una discussione interminabile, con varie interruzioni da parte del Presidente che cercava di tamponare le affermazioni della minoranza, si passa alle dichiarazioni di voto. Alla fine si stava per votare, quando Gianluca Medri Ottaviani chiede, usando un trucchetto, una sospensione di 5 minuti. Un escamotage più che evidente per prender tempo e convocare la conferenza dei capigruppo. Incredibilmente, e sottraendosi al regolamento comunale, il Presidente Filippo Giorgetti la concede.

Dopo la consultazione la maggioranza dei capigruppo decide di ritirare la delibera sulla surroga tra Marco Nanni e Cristina Zanotti: sapevano che sarebbe stata respinta. Si è quindi assistito a un atto politico che il Presidente ha permesso.

È più che evidente che la maggioranza sta cercando di mascherare le proprie debolezze, sfoderando tutto il potere di cui è capace.

È stato un grave errore quello del Presidente Giorgetti di concedere i 5 minuti alla fine delle dichiarazioni di voto. Così facendo ha palesemente alterato il normale decorso democratico del voto. La cosa è scandalosa, ai limiti della legalità.

Presidente; Lei è troppo pieno di se stesso. Come le avevo già scritto pubblicamente, Lei è vanaglorioso. Il sottoscritto non si nasconde dietro un dito.

Quello che Lei ha fatto oggi è imperdonabile. Anche affermare che nel fissare gli orari e i giorni del CC Lei tiene conto delle situazioni lavorative dei consiglieri, sa di presa in giro.

Convocare un CC urgente per una questione che si sapeva da mesi, ha fatto parte di un piano preorganizzato per poter fare la Surroga senza che i Consiglieri potessero valutare nel merito, ed è stata la scusa usata dai capigruppo di maggioranza per ritirarla. Ma sono più che convinto che questa motivazione Lei la conoscesse benissimo fin da prima. E allora, perché portala in un CC fatto diventare urgente appositamente? Forse era l’ultima arma disponibile per non far respingere la surroga?

Venirci a raccontare che dieci anni fa, quando voi votaste contro una surroga, la cosa era diversa, è veramente patetico. È sempre e solo la solita politica.

E poi qualcuno si meraviglia se mi son girati i coglioni? Illustre Presidente, mi faccia pure tutte le querele che vuole, non mi fate certo paura; anzi…

Chissà perché il Sindaco Enzo Ceccarelli mi ha fatto una foto quando parlavo con la minoranza? Si è forse innamorato di me? Ho anche ben visto che Gianluca Medri Ottaviani, per tutto il CC, ha tenuto lo sguardo fisso su di me.

Monticelli: ride bene chi ride per ultimo. Il c… che le ho promesso sarà di natura politica, non personale né, ovviamente, fisica. Sa, non è molto educato ridere in faccia alla gente. Qualcuno, ad esempio il sottoscritto, se la lega al dito e non dimentica.

Medri: ma Lei si crede furbo? Questi trucchetti li usano quelli che non sanno fare politica; da uno “statista” come Lei, mi sarei aspettato ben altro!

E pensare che il sindaco ha parlato di mezzucci e di bassa politica da parte della minoranza; tzè.

Cosa sperate che cambi in due giorni? Forse sperate in un ripensamento di NCD? Questa per loro è la prova del nove; se si rimangiassero la dichiarazione di voto non sarebbero più credibili. Chissà quante e quali pressioni eserciterete su di loro; non mi meraviglierei se non si presentassero al prossimo CC.

Se arriveranno altre querele, saranno le benvenute. Senza un bel po’ di querele, non si è nemmeno considerati nell’ambiente del giornalismo.

– Appropinquati colono, e accorciami li perpendicolari, che pe’l lungo equitar, si son prolissi. – In semplice italiano, per chi non l’avesse capita – “Avvicinati contadino, e accorciami i tiranti delle staffe, che per la lunga cavalcata, si sono allungati.”- E si deve intendere nell’accezione più volgare possibile-.

Sono un uomo tranquillo, anche scherzoso, ma terribilmente critico. Il mio difetto è che non sopporto prese per il c… e le ingiustizie. Oggi nel CC è stata fatta una grossa ingiustizia; e così mi avete fatto girare i coglioni.

Ps. Sabato sarò al Consiglio. Prendete le contromisure: che ne so; fatemi arrestare.


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci