EX FORNACE: ACQUISITA PER FARCI COSA?

Comunicato stampa del Partito Democratico

Come Partito Democratico non abbiamo potuto condividere a pieno l’iniziativa dell’Amministrazione Comunale che ha portato all’acquisizione della Fornace in quanto, come sempre, il Sindaco non ha saputo coinvolgere le minoranze in una operazione importante come questa. Siamo stati messi al corrente della proposta direttamente in Consiglio Comunale senza avere la possibilità di avere un confronto preliminare. Per questo motivo il nostro voto è stato di astensione.
Allo stesso modo però riteniamo che l’acquisizione della struttura possa essere un elemento importante per la nostra realtà.
Se questo passaggio è avvenuto in sordina per questioni di natura legale (il bene era all’asta) la discussione sul futuro del complesso deve avvenire nella maniera più trasparente possibile tramite un dibattito che veda coinvolte tutte le forze politiche presenti in Consiglio Comunale.
Per questo motivo lunedì 9 ottobre abbiamo presentato un Ordine del Giorno per il prossimo Consiglio Comunale con cui si chiede che il futuro della Fornace venga discusso in tempi rapidi all’interno della Commissione Consiliare Uso ed Assetto del Territorio per poi ampliare tale discussione all’intero Consiglio.
Tale proposta è volta a rendere operativo un punto specifico della Delibera con cui il Comune ha acquisito il bene che prevede che le linee di indirizzo sul futuro del complesso siano emanate dall’Amministrazione entro 120 giorni dall’aggiudicazione.
Speriamo che la maggioranza voglia condividere questo percorso per far si che vi sia il massimo coinvolgimento possibile non solo dei partiti politici ma anche, e soprattutto, da parte di tutti i cittadini.

— Partito Democratico / Bellaria Igea Marina

Il Direttore Giuseppe Bartolucci