IL PD E L’ING. BONITO UNITI DALLO STESSO DESTINO

Sui giornali spesso si leggono comunicati e dichiarazioni che a dir poco lasciano perplessi. Il Pd (quale Pd? Perché a Bellaria pare ce ne siano due) punta il dito sulla mancanza di abitabilità delle scuole bellariesi.

  • Prima domanda: come mai le precedenti amministrazioni di sinistra non hanno provveduto a sistemare le scuole nei tanti anni in cui hanno governato? Il Pd dice di aver lasciato 1,4 milioni di euro per raddoppiare la scuola di via Ferrarin; Malissimo! Doveva fare invece che lasciare i fondi. Come hanno potuto riporre fiducia in Ceccarelli e soci?

Ma andiamo avanti. Il dirigente ing. Bonito, dichiara che il certificato di abitabilità è soltanto un mero documento ricognitivo. Da dove Bonito tiri fuori questa ennesima “bonizzata” non è dato sapere, poiché per legge ogni edificio lo deve avere. Forse l’ing. Bonito è andato a scuola dal vice sindaco Roberto Maggioli, che non prende lezioni da nessuno e probabilmente ora dà lezioni in privato?

  • Seconda domanda: come mai l’ing. Bonito sanziona gli edifici privi di certificato di abitabilità, se questo altro non è che un mero documento ricognitivo?
  • Terza domanda: il sempre caro ing. Bonito, doveva ben conoscere il problema, visto che è stato dirigente con l’ex Sindaco Scenna. Forse sia lui che il Pd hanno perso la memoria?

E’ il caso di ricordare che solo chi è senza peccato può scagliare la prima pietra.

  • Quarta domanda: ing. Bonito, ci può spiegare come mai il certificato di abitabilità serve per un immobile come il centro congressi e non per un edificio scolastico che è, come ben noto, frequentato per 10 mesi all’anno da centinaia di ragazzi tutti i giorni?
  • Quinta domanda: come mai il Pd fa parlare un consigliere che in tre anni e mezzo non ha mai proferito parola? Forse perché non sedeva in consiglio comunale all’epoca dei governi di sinistra?

Qui sembra che sia come quando il bue dà del cornuto all’asino.

Sono semplici domande cui sarebbe doverosa una risposta, non tanto a Belligea, ma a tutta la città.

Riproduzione riservata copyright Belligea.it

 


RIPRODUZIONE VIETATA © BELLIGEA.IT

Il Direttore Giuseppe Bartolucci