VENDITORI DI FUMO DALLA MEMORIA CORTA

(Il dono di grazia..)

Ricordate il grande progetto di spostare la ferrovia? Sì, ci riferiamo “all’Asse d’acciaio” Giovanardi/Giorgetti.

L’insostituibile, onnipresente Gianni Giovanardi, assessore da ben sei anni, subentrato alla Zanotti dimissionaria, e in predicato per diventare vicesindaco di Filippo Giorgetti (così almeno entrambi sperano).

In quei tempi, politicamente parlando ormai lontani, questa solenne balla è stata una presa in giro che prese forma nel momento in cui, il buon Giovanardi,  presentò anche i rendering del parco che si sarebbe potuto fare al posto del tracciato ferroviario.

Ma di dove si sarebbe spostata la ferrovia neanche uno schizzo… Ma a quel tempo è stato ben più fantasioso l’ing. Filippo Giorgetti, che con le sue aderenze al Ministero dei Lavori Pubblici, e tramite la sua amicizia con Mario Mantovani (arrestato e sotto processo), aveva fatto votare al Consiglio Comunale la realizzazione di una linea ferroviaria completamente interrata.

Come se lo Stato avesse voglia e modo di buttare centinaia di milioni di euro per fare una cosa del genere solo per Bellaria e solo per soddisfare la vanagloria di chi mentiva sapendo di mentire. Senza considerare il fatto che per fare un’opera del genere Bellaria sarebbe stata bloccata dal cantiere per una decina d’anni.

Ci sarebbe da ridere a tirare fuori i verbali di quel Consiglio Comunale e riascoltare le balle che hanno raccontato.

Dunque sarebbero questi due stimatissimi signori i candidati a guidare la città dopo le prossime elezioni? Chissà quale altra meravigliosa illusione s’inventeranno per la prossima campagna elettorale. L’illusione e l’aspettativa creata con la sparata della ferrovia è andata bene, in tanti ci hanno creduto, ma non essendo stato realizzato il progetto (magari daranno la colpa a chissà chi… forse ai pentastellati che allora nemmeno esistevano), ci sarà ancora qualcuno disposto a credere alle nuove “bonizzate” che proporranno nel futuro prossimo venturo?

Oggi poi la maggioranza si avvale delle importantissime e fondamentali opinioni di Adele Ceccarelli, meglio conosciuta come la “farfalla rosa” per le sue sfrenate danze durante la notte rosa. Pupilla del Cardinal Filippo Giorgetti, e per questo considerata da molti la nuova “pasionaria” del cdx, con aspirazioni a un Assessorato. Peccato, Consigliera Ceccarelli, che lei, pur essendo avvocato e quindi avvezza alle arringhe nelle aule dei tribunali, non sia in grado di fare un intervento a braccio in CC, ma sappia solo leggere quello che si è ben preparata prima. Sempre si tratti di farina del suo sacco.

I succitati personaggi, credono di essere stati toccati dal “dono di grazia”, ovverosia l’aiuto soprannaturale che Dio concede ad alcuni uomini.

Nel loro fervente credo religioso, certo confidano nel perdono dei peccati conseguente a un sincero pentimento. Forse i peccati saranno perdonati, ma i danni che questi peccati hanno provocato, purtroppo non si possono cancellare.

Riproduzione riservata copyright Belligea.it

Il Direttore Giuseppe Bartolucci