L’ANPI SALUTA IL MAESTRO LUIGI POIAGHI

La morte, avvenuta pochi giorni fa, di Luigi Poiaghi, autore del monumento “Passatopresente”, rimosso dall’Amministrazione comunale di Bellaria Igea Marina nel 2014, ci interroga tutti, almeno tutti quelli che hanno tempo e voglia di pensare.

Interroga l’Anpi di Bellaria Igea Marina e della Provincia di Rimini che si sono attivate in ogni modo, pur senza grandi risultati, e che hanno interpellato gli interlocutori istituzionali affinché il monumento potesse essere ricollocato nella sua sede originaria, quella per la quale il Maestro Poiaghi lo aveva pensato.

Vista l’indisponibilità dell’Amministrazione si è chiesto di valutare una collocazione anche alternativa, che fosse il più possibile adeguata all’opera, comunque consapevoli che, smontando e rimuovendo il monumento, si era già inflitto uno sfregio insanabile all’opera e all’artista stesso.

La morte di Luigi Poiaghi interroga anche quei cittadini che al tempo della distruzione del monumento hanno protestato civilmente e ancora non dimenticano.

Interroga però anche gli altri, quelli che, segretamente, non vedevano l’ora di non vedere più “quella gabbia di sassi”.

Interroga i consiglieri comunali di opposizione che, mesi prima, non colsero che, nella delibera relativa al restyling della piazza antistante il municipio, il progetto prevedeva la sparizione del monumento Passatopresente del maestro Poiaghi.

Interroga gli uomini e le donne di questa Amministrazione di destra che hanno votato, nei fatti, la distruzione del monumento affermando così la fine di un’epoca di ideali e l’inizio della nuova era basata sulla “bellezza” e sulla ricchezza (ancora non pervenute).

Ma la domanda più chiara è rivolta all’Amministrazione Comunale di destra e al Sindaco che governa la città dal 2009.

Si darà seguito alle tante promesse di valorizzazione dell’opera “Passatopresente” attualmente detenuta nei magazzini comunali? Magari attraverso un percorso partecipativo che coinvolga i cittadini.

Si restituirà all’opera di Poiaghi la sua funzione pubblica di riflessione sul passato, La Resistenza, su un presente difficile da definire e su un futuro che abbia le radici nella memoria espressa anche attraverso i simboli che ne rinnovano il senso come le opere d’arte?

Questo è il valore etico e morale di cui sono stati privati i cittadini di Bellaria Igea Marina con la rimozione del monumento Passatopresente dell’artista Luigi Poiaghi.

Grazie Maestro!

Bellaria 8 luglio 2017 Anpi di Bellaria Igea Marina e Anpi provinciale di Rimini

Il Direttore Giuseppe Bartolucci