MESSAGGIO IN BOTTIGLIA

Bartolucci!!!…

E’ da tanto che non ti scrivo (ti do del tu), ma sono aggiornatissimo su ciò che accade a BIM. Sono al corrente di ciò che la politica combina, vale a dire un bel niente. Città ferma, bloccata, un’apnea che può essere pericolosa, città divisa, è un peccato.

Poi so della tua candidatura a Sindaco; complimenti per il coraggio. Anche se non ti voterei per il semplice fatto che ti vedo divisivo, almeno in questo momento storico per la città.

Per carità, se l’opzione fosse fra te e qualche altro candidato ufficiale non avrei dubbi a votarti.

In un momento come questo, promesse mancate, impegni dichiarati ma non ottemperati, nebbia, navigazione a vista, barcamenarsi come pivelli, affidarsi alla fortuna, mancanza di idee.

Trovo intollerante e di cattivo gusto che candidati a dirigere una città si occupino di frivolezze. Per carità, fanno bene all’anima, ma solo a quella.

Poi scatta qualcosa, la curiosità e cerchi, chiedi, ti informi, approfondisci e la delusione aumenta.

Vedi Giuseppe, non basta essere simpatici, uomini di mondo, ma di quale mondo? La cultura Giuseppe, quella con la C maiuscola, è altra cosa.

Diffido di persone la cui carriera è stata segnata solo ed esclusivamente da “introduzioni” politiche o magari da introduzioni grembiulesche o triangolari con l’occhio dentro.

BIM, a mio avviso, ha bisogno di essere unita, coesione sociale, cosa vuol dire? Che ognuno deve fare la sua parte, come tuttora fanno la maggioranza dei cittadini, ma non tutti. Su tutta la costa di questa regione gli albergatori fanno il loro lavoro, si tirano su le maniche, si uniscono in associazioni e promuovono il loro prodotto e lavoro con risultati di gran lunga, ma di gran lunga superiori.

Perché la signora Tizia o il signor Caio con le loro tasse devono aiutare gli albergatori tramite Verdeblu? E’ aberrante! Di più, è schifoso!

Bagnini e chioschisti si arrangino, poca solidarietà verso di loro, per non dire neanche un po’, eppure è grazie a loro se il turista è contento e soddisfatto.

Ti rendi conto Giuseppe? Ma tutti silenti, nessuno che si indigni, o si rivoluziona il substrato culturale di questa città fatto di 10/15/20 persone parassite, sì parassite permettimi, perché non hanno dato nulla, hanno solo preso. Insignificanti sia come idee che come spessore e, fidati di me, lo so, fuori dal contesto di BIM sono il nulla totale, pesci fuor d’acqua, piccoli passerotti fuori dal nido.

Escluse 15/20 persone fra cui una signora che sanno fare accoglienza a livelli eccelsi il resto è anni ’60.

Bene, ti propongo anche io il mio candidato, ho riflettuto, ho letto e so quello che dico. Il mio ipotetico candidato è Giampiero Gori, amante della sua città, persona integerrima, di cultura, conoscitore della sua città fino alle viscere, persona BUONA (questo conta molto). Sarebbe un Sindaco super partes, capace di coalizzare attorno a sé il meglio del meglio di questa città e, sopratutto, si circonderebbe di donne e uomini giovani e capaci. Riuscirebbe a motivare, è un idealista, e come tutti gli idealisti ha idee e un realismo sostanziale.

Da persona esterna, caro Giuseppe, a mio avviso lui sarebbe l’unica persona, l’unica, un mastice per quasi tutta la popolazione. Non ce ne sono altri capaci di avere una squadra degna di questo nome e di fare rifiorire BIM, con lui l’isola dei platani sarebbe un vago ricordo, mentre ancora oggi ci si crogiola sull’isola.

Gli altri candidati devono solo appagare il loro ego, prevalentemente solo quello, e perpetuare il potere di pochissimi, l’élite di BIM.

Buone cose Piero Benini

Il Direttore Giuseppe Bartolucci