34 MILIONI DI EURO SEQUESTRATI PER IL CRAC DELL’AREOPORTO, C’E’ ANCHE IL SINDACO DI RIMINI

Oltre 34 milioni di euro sequestrati dalla polizia tributaria della Guardia di Finanza di Rimini nell’operazione «Icaro» nell’indagine sul fallimento dell’aeroporto Fellini.

Notificati obblighi di dimora all’ex presidente Aeradria, Massimo Masini, al vice Massimo Vannucci e all’ex presidente della società collegata Air, Alessandro Giorgetti.

Sequestri da 749mila ciascuno per i 9 indagati eccellenti per associazione finalizzata alla truffa di erogazioni pubbliche, tra cui il sindaco Andrea Gnassi.

Tra gli indagati anche l’ex sindaco Alberto Ravaioli, gli ex presidenti della Provincia, Stefano Vitali e Nando Fabbri, il presidente della Fiera, Lorenzo Cagnoni, e Manlio Maggioli ex presidente della Camera di commercio. A Masini, Vannucci e Giorgetti oltre ai sequestri da 749 mila euro si aggiunge quello derivante dal presunto profitto delle bancarotte, circa 9 milioni e mezzo. Per un totale di 34 milioni e mezzo bloccati dalla Gdf.

Siamo arrivati alle battute finali, chi pensava di essere immune da problemi grazie alla politica, o per essere un pezzo grosso di qualcosa, deve prendere atto che le cose stanno diversamente.

Il Direttore Giuseppe Bartolucci