Foto: contest web su eccellenze dell’Emilia Romagna

 

Fino al 20/10 racconti visivi di piatti, ingredienti e ricette

piadina romagnolaRiparte venerdì 5 settembre il contest di Apt Servizi che promuove le eccellenze territoriali via web attraverso il social network Instagram. Protagonisti degli scatti in concorso, attivo fino al 20 ottobre, i prodotti eccellenti e i buoni sapori regionali che raccontano di un’identità territoriale marcata, sempre più spesso motivazione di viaggio per i turisti del gusto. Le fotografie in concorso con #myER_KitchenStories dovranno raccontare attraverso le immagini di piatti, ingredienti e ricette proprio di questa identità territoriale, citazioni visive d’atmosfera. L’Emilia-Romagna è la regione con il maggior numero di prodotti Dop e Igp, 39 in totale, che la incorona come leader in Europa per marchi di qualità. Ad alcune di queste eccellenze saranno dedicate le tre uscite fotografiche organizzate nell’ambito del contest che coinvolgeranno la community di Instagram in un reportage: primo appuntamento sabato 6 settembre al Festival del Prosciutto di Parma, a fine settembre è in programma una “kitchen lesson” a Castelfranco Emilia (Modena) per imparare a fare i tortellini emiliani secondo tradizione, e infine, in ottobre, tappa fotografica in Romagna in compagnie delle “azdore” di Rimini che daranno lezione di vera piadina romagnola ai partecipanti. Il tema della gastronomia locale è stato già al centro del contest lo scorso autunno, con oltre 600 immagini caricate dagli Instagramers in 20 giorni.

Tradizionalmente in autunno l’Emilia-Romagna mette in calendario il Wine Food Festival, festival dei sapori tipici giunto alla 6/a edizione che corre lungo una rotta del gusto che si estende attraverso le sue nove province per ben 2.000 chilometri di itinerari. Tra settembre e dicembre sono una trentina tra sagre, fiere, degustazioni gratuite e mostre-mercato, gli appuntamenti in cartellone dedicati ai turisti gourmet. Tra le “stelle” del gusto, apprezzate e “clonate” in tutto il mondo, il Prosciutto di Parma e il Culatello, il Parmigiano Reggiano, lo Squacquerone di Romagna e il Formaggio di Fossa di Sogliano, gli Aceti Balsamici Tradizionali di Modena e Reggio Emilia, l’olio di Brisighella, e poi il pesce dell’Adriatico e la Piadina, il Lambrusco e il Sangiovese. E ancora: Rimini dal 5 al 7 Settembre ospita la 14/a edizione del Festival della Cucina Italiana in cui sono attesi, tra gli altri, Gualtiero Marchesi, Carlo Cracco e lo chef riminese Gino Angelini, attualmente ai vertici della cucina americana, ma anche Fede e Tinto giornalisti di Rai Uno e Decanter di Rai Radio 2. Durante gli stessi giorni, nuovo appuntamento con la tappa conclusiva del primo Gelato Word Tour che vedrà 24 Mastri Gelatieri internazionali contendersi in diretta da Rimini il titolo di miglior gelato artigianale al mondo, per la cui prima edizione, organizzata dalla Carpigiani Gelato University di Anzola dell’Emilia (Bologna), in collaborazione con Sigep-Rimini Fiera, sono attesi ospiti e giornalisti da quattro continenti nell’intento di diffondere, dall’Emilia Romagna, la cultura del buon gelato nel mondo.

I sapori locali si continueranno a celebrare in autunno (data da confermare) con un evento live a base di cibo tipico e musica targato Rimini Street Food, il primo progetto regionale nato per la valorizzazione e la promozione della piadina, che ha raccolto in una guida e in un’App i migliori indirizzi della città dove gustarla al meglio. In poco più di un anno Rimini Street Food ha portato in Riviera i guru internazionali del gusto (da Massimo Bottura, a Heinz Beck fino ad Oscar Farinetti) a gustare e reinterpretare con fantasia e creatività eccellente questo indiscusso simbolo territoriale noto ed apprezzato in Italia e nel mondo.

Se l’Emilia-Romagna è la terra di Pellegrino Artusi, padre della cucina italiana il cui manuale di ricette è ancora oggi uno dei libri più tradotti nel mondo, gli chef contemporanei non tradiscono questa tradizione e significativa cultura. L’Italia, con lo chef Massimo Bottura de ‘La Francescana’ di Modena, quest’anno è salita sul podio per il secondo anno consecutivo aggiudicandosi il terzo posto nella classifica internazionale ‘The world’s 50 Best restaurants’. Sempre in tema di alta creatività culinaria, l’Emilia-Romagna nel 2014 si è distinta anche secondo il parere dei maggiori critici di settore: allo chef Piergiorgio Parini de L’Osteria del Povero Diavolo di Torriana (Rimini), in tutta la regione seconda solo a ‘La Francescana’, è stato attribuito il titolo di miglior pranzo dell’anno dall’ultima edizione della Guida dei Ristoranti L’Espresso. Ancora in tema di pareri autorevoli e grandi classifiche del gusto, secondo la Guida Michelin 2014, invece, sono 28 gli indirizzi regionali da non perdere. Anche lo street food locale sale sul podio: si trova a Riccione l’indirizzo al vertice della classifica regionale della guida Street Food Gambero Rosso 2015 (www.kalamaropiadinaro.it) d’imminente uscita.

Tutti gli Instragamers che parteciperanno al contest avranno l’opportunità di gustare la cucina stellata regionale: la foto che, tra le venti finaliste selezionate da Turismo Emilia-Romagna, si aggiudicherà il maggior numero di likes sarà la vincitrice di #myER_KitchenStories. Per votare ci sarà tempo dal 21 al 31 ottobre e all’autore andrà una cena per due persone in uno degli indirizzi stellati regionali.

Il Direttore Giuseppe Bartolucci